A- A+
Milano

 

stefano galli

di Fabio Massa

Di movimento ce ne è. Eccome. Perché dopo lo choc del rinnovamento delle liste per Camera e Senato, nel Carroccio più di uno è preoccupato per l'esito delle liste per le Regionali. Di fatto, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, sono tre le posizioni in campo. La prima prevede che nessuno degli uscenti sia ricandidato. La seconda, che solo alcuni (si parla dell'ex presidente del consiglio Cecchetti, del pavese Angelo Ciocca, di Romeo) riottengano la candidatura. La terza: che tutti siano schierati nuovamente con Maroni presidente. Sulla vicenda interviene con Affaritaliani.it Stefano Galli, ex capogruppo, passato alle cronache più per il pranzo di nozze pagato con i fondi pubblici che per la mazzetta da 30mila euro rifiutata con relativa denuncia: "Io penso che si debba decidere. O si passa tutti o non passa nessuno. Mica un indagato è diverso dall'altro. Per quanto riguarda me, ho chiesto di chiudere la fase di aspettativa. Tornerò a occuparmi, nell'azienda dove lavoro, di arredamento d'interni". Infine, lo sfogo, amaro: "Io sono uno della vecchia guardia. I ragazzi che sono arrivati adesso, quando io ero già in Lega Nord, loro andavano ancora a prendere il latte. Nessuno di questi qui sa la mia storia, sa quante battaglie ho fatto. Sono stato condannato per la Lega per vilipendio alla bandiera. Dovrebbe essere una croce al merito, ma forse alla politica di queste cose non gliene frega più nulla"

Stefano Galli, che cosa ne pensa del rinnovamento delle liste per le Regionali?
In questo momento le scelte sono in mano al segretario nazionale e a quello federale. Però secondo me, se si vuole fare un lavoro serio, bisogna dire che non si deve ricandidare nessuno.

Perché?
Non è che c'è chi è meno indagato di me. Oppure più indagato. Questo è evidente. Perciò, se se ne vuol fare una questione di reale pulizia delle liste, bisogna fare in modo che nessuno si ricandidi. Ma voglio essere chiaro: nessuno è stato rinviato a giudizio, nessuno è stato condannato. Qui non stiamo parlando di Cosentino, eh!

Quindi nessun condannato.
Esatto. Non è che essere indagato vuol dire automaticamente essere indagato. Non vorrei, allo stesso modo, che qualcuno pensi di essere "meno indagato" di qualcun altro.

Obietto: così si buttano giovani talenti che potrebbero dare ancora molto.
Su questo dovevano pensarci prima.

In  che senso?
E' inutile parlare di talenti se poi parli di fare pulizia nelle liste.

Ci sono molti giovani messi alla Camera e al Senato. C'è una questione generazionale dietro?
Il fatto di ringiovanire un movimento politico non è una brutta cosa. Sul fatto di avere delle competenze e dell'esperienze, questa sarà una valutazione che la segreteria farà. Ho visto che in lista a Camera e a Senato è contemplato molto ringiovanimento ma c'è anche chi ha esperienza.

Reguzzoni dice che Maroni e Salvini hanno fatto fuori quelli che non piacevano.
Questo non lo so. Ma so che quando un movimento politico è di fronte a una sfida come questa l'importante è l'obiettivo. Cioè quello di vincere la Lombardia.

Lei come si sente? E' stato crocifisso per aver pagato il pranzo di sua figlia con fondi regionali, ma nessuno parla della tangente che ha rifiutato.
Credo che in politica funzioni così. Di riconoscenza non ce ne è mai. Nella politica, dalle stelle alle stalle dalla sera alla mattina. La cosa non sorprende.

Avrebbe voluto un trattamento diverso dai compagni di partito?
No, guardi, io sono uno della vecchia guardia. I ragazzi che sono arrivati adesso, quando io ero già in Lega Nord, loro andavano ancora a prendere il latte. Nessuno di questi qui sa la mia storia, sa quante battaglie ho fatto. Sono stato condannato per la Lega per vilipendio alla bandiera. Dovrebbe essere una croce al merito, ma forse alla politica di queste cose non gliene frega più nulla. Ma io non ho nè acredine nè rancore, spero che la Lega vinca. Sono entrato in Lega nel 1984, e non certo per avere una poltrona.

Cosa farà adesso?
Io ritiro l'aspettativa. E da metà marzo rientrerò nella mia azienda dove si fanno arredamenti d'interni.

@FabioAMassa

Tags:
stefano galli lega nord






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.