A- A+
Milano

"Studenti contro l'austerita'" si dicono "stanchi di chiedervi il futuro, riprendiamoci tutto!" a partire dalle banche, imbrattandole durante il corte partito stamani all 9.45 da Cairoli, e dalla Regione, meta finale "per far capire a Maroni che noi non lo vogliamo". I circa 500 manifestanti radunati dal collettivo Studenti in Movimento hanno percorso via Pontaccio, proseguendo tra fumogeni e sigarette, in via Monte di Pieta' dove hanno chiarito "noi la crisi non la paghiamo" sui muri della Ubi Banca Regionale Europea". Niente sassi ma solo scritte, "merde", "fuck austerity", anche contro una banca immobiliare e una sede di Banca Intesa Sanpaolo, prima di girare in via Pisoni e raggiungere via Manzoni, dritti poi verso Palazzo Lombardia. Il programma e' di arrivare alla sede dove presto si insediera' il neo presidente Roberto Maroni, precederlo simbolicamente per dirgli "che non e' affatto benvenuto. Noi la Lega non la vogliamo". Nella folla di studenti, anche un gruppo a volto coperto con bandiere e vestiti neri e simboli di anarchia, ma la maggior parte sono alunni di licei milanesi che intonano slogan contro Maroni, contro l'austerity, "contro chi si dimentica del nostro futuro".

Tags:
studenti austerità







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.