A- A+
Milano

CECCHETTI - Fabrizio Cecchetti fa la sua proposta: "Tassiamo le prostitute". Il presidente del consiglio regionale lombardo, in piena campagna elettorale per un posto da consigliere regionale tra le fila della Lega Nord, lancia l'idea. "Il progetto è fattibile , non serve nessuna norma nazionale- spiega Cecchetti -. Sarà la Regione, come ente di coordinamento, a stipulare una convenzione con l'Agenzia delle Entrate la quale, su mappatura che verrà fornita dai comandi della polizia locale dei nostri comuni, interverrà per tassare l'attività delle prostitute. In questo modo la Regione tratterrà i proventi derivanti dalla lotta all'evasione che saranno poi destinati al sostegno di lavoro e occupazione.

BORGHETTI - "Cecchetti accusa la mia parte politica di non avere fatto nulla, ma la Lega, che è al governo della Lombardia da 17 anni cosa ha fatto fino ad oggi? -ha dichiarato Borghetti- Lui vuole tassare la prostituzione, noi proponiamo di porre fine alla tratta delle donne e di colpire la malavita che le sfrutta. I diritti umani e la legalità vengono prima di tutto: la lotta al l'evasione si fa su ben altri fronti, e Cecchetti lo sa bene".

Tags:
borghetti






A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.