A- A+
Milano

L'amministratore delegato della Tem, Stefano Maullu, dopo il sopralluogo effettuato all'Arco Teem, con l'assessore regionale alle Infrastrutture, Maurizio Del Tenno, ha dichiarato: "Stiamo tenendo aperti i cantieri anche in agosto per ribadire la nostra determinazione a ultimare il tratto compreso tra Cassanese e Rivoltana della Teem, in parallelo conla BreBeMi, entro il maggio 2014 e l’intera tratta entro il 2105 dell' Expo. La circostanza che la Teem e BreBeMi siano, nei fatti, due autostrade gemelle, non ci sta facendo perdere di vista il rispetto del cronoprogramma anche per quanto concerne la costruzione dei Lotti A e C. Credo che la nostra volontà di contribuire al rilancio dell’occupazione e della crescita attraverso la realizzazione di un’infrastruttura-sistema, attesa da almeno quarant’anni dai cittadini e dalle imprese, sia stata riconosciuta dal Governo. In questa chiave va, difatti, interpretato il finanziamento pubblico di 330 milioni di euro riconosciuto alla Teem con il “Decreto del Fare”. Non deluderemo nemmeno in merito al closing del project-financing né il ministro alle Infrastrutture, Maurizio Lupi, né l’assessore Del Tenno, né i soci che stanno sottoscrivendo l’aumento di capitale da 220 a 445 milioni di euro già deliberato. Raggiungeremo il closing a dicembre come prescrive il “Decreto del Fare”".

 

Tags:
tem







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.