A- A+
Milano

Tangenziale Est Esterna di Milano e Brescia-Bergamo-Milano, le "gemelle diverse" della modernizzazione viaria in atto in Lombardia, dalle 4,30 di oggi risultano strutturalmente unite. A partire dalle 0,30, infatti, è stato portato a termine con successo in sole quattro ore il varo della rampa che scavalca la linea ferroviaria Milano-Venezia in prossimità dei Comuni di Melzo e Pozzuolo Martesana e completa, di fatto, lo svincolo fra la nuova arteria autostradale (32 chilometri di tracciato da Agrate Brianza a Melegnano) e BREBEMI. L'intervento, intrapreso il 13 maggio con la posa della carreggiata sud e proseguito il 10 settembre con il posizionamento della carreggiata nord, è stato realizzato con precisione chirurgica da personale altamente specializzato presso i cantieri dell'Arco TEEM. Il collegamento, ossia, di 7,5 chilometri che entrerà in esercizio nel maggio 2014 in assenza del quale il traffico generato da BREBEMI non potrebbe essere veicolato nè sul sistema territoriale delle Tangenziali nè sulle Provinciali della Grande Milano (Cassanese e Rivoltana in particolare). Il varo, attuato in condizioni di massima sicurezza per i 100 tecnici impiegati, ha riservato fasi spettacolari. La luce delle fotocellule che illuminavano a giorno il viadotto di 177 metri da ieri totalmente ultimato ha permesso, del resto, di apprezzare in tutta la loro complessità le millimetriche manovre della gru alta 76 metri con un braccio di 72 che ha sollevato, manco fosse un fuscello, la rampa costituita da uno scheletro metallico pesante 36 tonnellate e l'ha incastrato, in un'atmosfera da Meccano trasposto nella realtà delle dimensioni gigantesche, fra le già allestite campate di scavalco della linea ferroviaria Milano-Venezia. L'operazione va inquadrata nell'obiettivo di un momento tanto cruciale quanto simbolico per l'avanzamento dei lavori nei cantieri dell'Arco TEEM, che, pure in virtù dell'accelerazione impressa in agosto con il mantenimento dell'attività 24 ore su 24, procedono secondo cronoprogramma. Dall'11 giugno 2012, data di apertura dei cantieri, all'11 settembre 2013, cioè in appena 457 giorni, l'Arco TEEM è stato costruito per oltre il 40% del suo sviluppo complessivo. "Abbiamo effettuato l'intervento con modalità che non hanno recato alcun disagio nè ai pendolari della linea ferroviaria nè alla popolazione residente - ha dichiarato stamattina l'amministratore delegato di Tangenziale Esterna Spa Stefano Maullu -. Ritengo che quest'ultimo varo rappresenti plasticamente la conferma della volontà di TE e del Consorzio Costruttori TEEM di consegnare l'intera infrastruttura entro il 2015 di Expo. Garantisco che stiamo operando con lo stesso impegno profuso sul versante dei cantieri pure sul fronte dell'architettura finanziaria dell'opera. Intendiamo, d'altra parte, raggiungere entro il prossimo dicembre il closing del project financing di un'infrastruttura che comporterà investimenti complessivi prevalentemente privati per due miliardi di euro. In quest'ottica va interpretato sia l'inserimento di TEEM sul sito istituzionale di Banca Europea per gli Investimenti con un'ipotesi di finanziamento che ammonterebbe a 600 milioni di euro sia la visita che un'èquipe de projet di BEI effettuerà domani e dopodomani presso la nostra sede societaria e i nostri cantieri"

Tags:
tem brebemi







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.