A- A+
Tori&Orsi di Lombardia
Small cap, Tori&Orsi: l'occhio di Affaritaliani.it Milano sulla Borsa

di Alessandro Pedrini

L’AIM Italia, il mercato della Borsa Italiana riservato alle PMI continua a sfornare nuove matricole. Ad oggi sono presenti a Piazza Affari circa una settantina di aziende. 

FTSE AIM ITALIA VS FTSE ALL SHARE: PERFORMANCE DELUDENTI
Se confrontiamo l’andamento di questo mercato (al momento in cui si scrive) a 6 mesi, 1 e 2 anni, rispetto all’indice generale di Borsa, il Ftse All Share, notiamo subito come la performance generale dell’indice sia stata molto deludente. A 6 mesi l’All Share segna una crescita del  19% contro una del 3,8% dell’AIM. A un anno + 9,8% per l’indice generale contro una perdita del 7,6% per il più piccolo. A due anni il FTSE All Share registra un rialzo del 40% contro un debole 0,75% dell’AIM. 

SCAMBI MODESTI, MA IN CRESCITA
Restano modesti anche gli scambi, ma in crescita. Se a Gennaio si registrava un controvalore medio di 1,145 milioni al giorno, ad Aprile abbiamo avuto scambi medi per un controvalore di quasi 6 milioni di euro al giorno. Segno che forse l’interesse su questo mercato pian piano stia crescendo, ma si concentra ancora su un numero ristretto di titoli. Con questi volumi, i prezzi registrati per molte matricole appaiono di scarso significato e addirittura molti titoli non vengono scambiati per diversi giorni.

CAPITALIZZAZIONE PARI ALLO 0,4% DI BORSA ITALIANA
Ad Aprile la capitalizzazione complessiva delle società dell’indice si è attestata a 2,5 miliardi di euro (pari a circa lo 0,42% della capitalizzazione di Piazza Affari). Per avere un termine di paragone, la Borsa Italiana capitalizza all’incirca 600 miliardi di euro ovvero il 27% del debito pubblico italiano (2.200 miliardi).

I LIMITI DI QUESTO MERCATO 
Come detto la scarsa liquidità dei titoli e le transazioni troppo scarse sono il fardello di questo mercato. Gli scambi ridotti al lumicino tengono lontani i grandi fondi di investimento e gli investitori istituzionali, gli unici soggetti che potrebbero dare una scossa all’AIM. Sarebbe auspicabile un intervento diretto dello Stato attraverso CdP con i suoi Fondi. Altro limite è la mancanza di Studi e Ricerche sulle aziende quotate da parte degli analisti degli istituti finanziari specializzati. Senza un’analisi attenta e continua, difficilmente gli investitori di un certo tipo si avvicineranno a queste small cap.

CHI FESTEGGIA E CHI SI LECCA LE FERITE
Considerando le aziende presenti su questo mercato da almeno sei mesi, 2/3 segnano una performance negativa. Chi ha dato più soddisfazioni agli investitori negli ultimi mesi sono state BIO ON, Mondo TV France, Go Internet, Giorgio Fedon, Innovatec, tutte con performance a due e tre cifre. Tra le peggiori invece: Primi su Motori e  Microspore che dal 1 giugno abbandonerà il listino. 

Alessandro Pedrini (www.finanzaemercati.org)

Tags:
borsaaffaritaliani.itmilano
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Mio marito controlla tutti i soldi. Come reagire alla violenza economica?
di Avv. Marzia Coppola*
Just Cavalli Milano: è tempo di Brunch, perché il pomeriggio è la nuova notte!
Francesca Lovatelli Caetani
Lo Statuto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite compie 75 anni
Paolo Brambilla - Trendiest


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.