A- A+
Milano
Travolse e uccise una 16enne in bici: solo 3 anni al pirata

La condanna è stata inflitta con rito abbreviato, dunque con lo sconto di un terzo della pena, dal giudice per l'udienza preliminare Simone Luerti, che in passato aveva rigettato una richiesta di patteggiamento a circa 2 anni di carcere. Il pubblico ministero Laura Pedio aveva chiesto 4 anni e 8 mesi di carcere per i reati di omicidio colposo e omissione di soccorso. Il gup, non ha concesso le attenuanti generiche all'imputato, nè ha disposto provvisionali per i genitori della vittima costituitisi parte civile, il cui risarcimento sarÖ stabilito in separata sede. Le motivazioni saranno depositate tra 30 giorni.

Secondo l'avvocato Domenico Musicco, legale dei genitori della vittima e presidente dell'Associazione vittime di incidenti della strada e sul lavoro, nel quantificare la pena il giudice dovrebbe aver tenuto conto della pericolositÖ effettiva della strada in cui è avvenuto l'investimento, che non aveva strisce pedonali.

"La pena non è giusta, ma questa è la legge italiana. Sono abbastanza soddisfatto, ma volevo di più. Comunque, rispetto a quel che si sente in giro di condanne a un anno e 6 mesi per omicidio colposo, va bene coså". È quanto ha dichiarato Nerio Papetti, il papÖ della 16enne travolta e uccisa a Gorgonzola 8 mesi fa, a margine della condanna del pirata della strada a 3 anni e 4 mesi di reclusione. Gabardi El Habib dopo l'investimento era fuggito, ma una settimana dopo si era consegnato alle forze dell'ordine. Secondo il papÖ di Beatrice, "questo non è costituirsi: il cerchio si stava stringendo, ha anticipato di un quarto dora quello che sarebbe successo". Oggi l'imputato gli ha chiesto perdono: "Il mio pensiero è che avrebbe potuto farlo otto mesi fa - ha detto Papetti -. Il fatto che venga a chiedere scusa il giorno del processo, fa capire che le scuse non sono autentiche, anche se suo avvocato dice che erano mesi che pensava di farlo".

Tags:
pirata marocchino







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.