A- A+
Milano

 

bruno rota 400

di Fabio Massa

I lavori procedono serrati, nella fabbrica di Reggio Calabria dell'Ansaldo, che si è aggiudicata la commessa di 30 treni, pagati con un mutuo di 209 milioni con la Bei (Banca Europea Investimenti). Atm controlla. Il presidente Rota - che ha annunciato l'arrivo dei nuovi mezzi (ai quali si andranno a sommare anche 250 autobus) invia ogni mese per alcuni giorni i suoi ingegneri nella fabbrica. Addirittura i subappaltatori sono stati scrupolosamente controllati perché consegnino in tempo i materiali. Del resto, l'obiettivo è di avere i mezzi in tempo per Expo. E su questo pare non ci siano dubbi. La timeline, stando a rumors di Affaritaliani.it, non solo è rispettata, ma addirittura la commessa potrebbe essere completata con circa 25 giorni d'anticipo. Del resto, proprio sull'ammodernamento delle linee si gioca la partita principale di Bruno Rota, che dopo aver messo in sicurezza i conti, deve fare i conti con la qualità del servizio. Dal punto di vista finanziario pare infatti si stia allontanando l'ipotesi di aumento del biglietto del tram. I dati esaminati dai tecnici hanno mostrato infatti che l'impatto sui conti di un eventuale nuovo rincaro (si vociferava a quota 1,70) sarebbe enormemente minore rispetto a quello avuto con l'aumento a 1,5. E questo non tanto per l'incremento minore (0,2 rispetto a 0,5) ma perché l'aumento del ticket ha fatto aumentare in modo vertiginoso il numero degli abbonamenti. Che sono la voce del "menù" sulla quale si è deciso di intervenire. Tornando ai nuovi treni, i lavori procedono spediti. Sarà da prendere, a breve, la decisione definitiva sui colori, che ancora non è stata presa, secondo quanto può riferire Affari.

Un'ipotesi vede la "multicromia" dei nuovi vettori, indipendentemente dalla linea sulla quale transitano. Sulla "verde" potrebbero esserci, ad esempio, treni rosa, o verdi, o blu. L'altra ipotesi è invece più tradizionale. Per non confondere i viaggiatori i treni sulla verde continueranno ad avere la livrea verde, idem per la gialla e le altre linee. Il costo, fanno sapere dall'azienda di trasporti, non varia. Di fatto, sui treni viene applicata una pellicola che ha lo stesso identico prezzo. Chissà che cosa gradiscono di più i milanesi, se la chiarezza e l'uniformità oppure l'estro nelle gallerie della metro.

@FabioAMassa

Tags:
treni multicolor galleria






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.