A- A+
Milano

A 16 anni era gia' diventato il punto di riferimento dei consumatori di droga, anche minorenni. Almeno secondo quanto sarebbe emerso dalle indagini della polizia del commissariato di Luino (Varese) che ha arrestato il giovane con l'accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Residente a Luino, il 16enne agiva con l'aiuto di quattro complici. Durante le indagini sono state segnalate alla prefettura altri 20 minorenni minorenni e una trentina di maggiorenni perche' consumatori di droghe. Tutti si sarebbero rivolti al 16enne per procurarsi sostanze di ogni genere.

Lo spaccio, sostiene la polizia, avveniva indistintamente lungo le vie di Luino come in locali pubblici della cittadina, abituali luoghi di ritrovo di minorenni. I poliziotti a piu' riprese hanno sequestrato diverse quantita' di cocaina, marijuana e hascisc, due bilancini di precisione e l'occorrente per il confezionamento delle dosi, oltre a somme di denaro. Dopo l'udienza di convalida del fermo il ragazzino e' ora agli arresti domiciliari in una comunita' protetta.

Tags:
varese spacciatori







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.