A- A+
Moda
Coronavirus, l’ultima vittima si chiama Pitti Uomo che slitta a gennaio 2021

Coronavirus, l’ultima vittima si chiama Pitti Uomo che slitta a gennaio 2021 per il perdurare di una situazione di incertezza e crisi internazionale 

L’ultima vittima del Coronavirus del mondo fashion ha un nome e cognome. Si chiama Pitti Uomo, gode di ottima salute, sia a livello di bilanci che a livello di reputazione, ma per colpa del Coronavirus, deve passare la mano e rimandare di 6 mesi la sua edizione estiva, che già era stata posticipata da giugno a settembre. Il malato, dunque, non è in terapia intensiva, ma in una  situazione di convalescenza prolungata. E’ questa, in sintesi, la situazione del più importante salone di moda maschile internazionale che, per colpa della mancanza di un numero sufficiente di adesioni e per il perdurare della difficoltà di spostamenti sia a livello europeo che mondiale, potrà svolgersi solo nella sua edizione invernale del 2021. La decisione è stata presa nella serata di giovedì 4 giugno dal Consiglio di amministrazione, tenutosi in video conferenza, composto, tra gli altri, dall’AD Raffaello Napoleone, dal direttore generale Agostino Poletto, e dal presidente Claudio Marenzi, che sottolinea come «tutte le energie saranno concentrate sulla piattaforma digitale Pitti Connect aperta dai primi di luglio e per l’intera estate a tutti gli espositori e ai compratori». Dopo ampio confronto, sulla base delle informazioni fornite da Napoleone e da Poletto, il Consiglio, informa una nota, «ha preso atto dell’insufficiente numero di conferme di partecipazione» (alle fiere slittate ai primi di settembre – Pitti Uomo dal 2 al 4) «e dello stato di perdurante difficoltà delle aziende». Saltano, pertanto, anche tutti gli eventi di Pitti Immagine, dal Bimbo ai Filati, da Fragranzea Super. Insomma un 2020 da archiviare velocemente, non solo per Pitti ma per l’intero settore moda, che dovrà affrontare un autunno caldo anche  a causa della mancanza di incentivi a fondo perduto per il settore delle fiere. «E’ una decisione dolorosa ma inevitabile – sottolinea Marenzi  – dettata dalle condizioni di difficoltà operativa ed economica in cui si trovano la maggior parte delle aziende manifatturiere e quelle di distribuzione – i negozi, i department stores – e dalle incertezze che tuttora permangono sulle modalità di spostamento da una nazione all’altra, comprese le disposizioni sulle quarantene, che ovviamente condizionano pesantemente i piani dei compratori internazionali. Aggiungo che la prolungata assenza di certezze su sostegni economici governativi ed europei a fondo perduto per la partecipazione a fiere ha inciso molto sulle decisioni degli espositori. La recentissima approvazione del decreto sulla 394/81 è finalmente un buon segnale, anche se lo sarà soprattutto a partire dal prossimo autunno».  Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine, sempre in una nota diffusa dalla fiera fiorentina, ringrazia quegli espositori che in mezzo a questa crisi imprevedibile avevano comunque deciso di partecipare e rinnovare la fiducia ai saloni. A questo punto tutti i riflettori sono concentrati su Pitti Connect, molto più di una showroom virtuale, uno strumento digitale aperto a tutti gli espositori e verso l’intera comunità della moda attraverso collezioni e prodotti presentati secondo percorsi tematici, eventi e progetti speciali con guest di eccezione, aperture ai nuovi fenomeni della moda internazionale, promozione dei talenti emergenti, confronto sugli argomenti più caldi e dibattuti, collaborazioni e partnership con media e altri soggetti della moda.

Commenti
    Tags:
    pitti uomopitti immaginepitti bimbopitti filatipitti fragranzecoronavirusmodafashionsfilatesalone moda maschilefierafortezza da bassofirenzeuomocrisi
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Renault Arkana, il SUV della Losanga arriva in Europa

    Nuovo Renault Arkana, il SUV della Losanga arriva in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.