A- A+
Home
Scoppia il caso Bonino. Gli Esteri a un'onorevole sconosciuta. E i marò...
Esteri: Federica Mogherini

di Andrea Deugeni
twitter@andreadeugeni
 

Marco Pannella è furibondo. Emma Bonino, la diretta interessata, il ministro degli Esteri silurata a cui Matteo Renzi ha preferito Federica Mogherini, è molto delusa. E dire che la Bonino, di cui era data per certa la riconferma in molti dei totoministri fioccati in questi giorni, era ritenuta una figura chiave, super esperta per garantire continuità al delicato dossier dei marò che l'Italia ha in piedi con l'India. Tant'è che l'ex inquilina del Mae, quasi legittimata dall'imminente bis, aveva appena alzato la voce con il governo di New Dehli, richiamando in patria l'ambasciatore italiano nel Subcontinente. "Mica sarà matto Renzi?", si sono chiesti in molti. E, soprattutto, "chi è sta Mogherini?" E via, a consultare di corsa Google per capire chi è questa new entry dell'esecutivo Renzi che sta agitando i Radicali.

squadra renzi Mogherini

 Federica Mogherini
 

Romana, classe 1973, Federica Mogherini è una renziana di ferro con alle spalle già una legislatura nella fila del Pd. Vanta una laurea in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma, con una tesi in filosofia politica sul rapporto tra religione e politica nell’Islam. Nel 1996 si iscrive alla Sinistra giovanile. Nel 2001 è entrata nel Consiglio Nazionale dei DS, successivamente nella Direzione Nazionale e nel Comitato Politico.

Nel 2003 ha iniziato a lavorare al Dipartimento Esteri dei DS, prima come responsabile del rapporto con i movimenti, poi come coordinatrice del Dipartimento, e da ultimo come responsabile delle Relazioni Internazionali. Ha seguito in particolare i dossier relativi all'Iraq, l'Afghanistan, il processo di pace in Medio Oriente. Ha tenuto poi le relazioni con il Partito Socialista Europeo, l'Internazionale Socialista, ed i partiti che ne fanno parte e ha curato in particolare i rapporti con i Democratici americani.

Insomma, la Mogherini, almeno sulla carta, con gli Esteri c'azzecca. Meno in termini esperienziali (al Mae, uno dei ministeri principali della Repubblica, i ministri hanno avuto come minimo oltre cinquant'anni): il caso dei marò, l'Ucraina sconvolta dalla guerra civile ai confini dell'Europa e il semestre Ue di presidenza italiana son situazioni in cui soltanto gli esperti di relazioni internazionali con un nome riconosciuto nelle sedi che contano (Onu, G20, ecc...) hanno qualche chances di sbrogliare l'intricata matassa in maniera efficace. Nel neo governo Renzi scoppia un caso Bonino. Probabilmente, a ragione. Un caso Bonino che fa il paio con quello della presenza della Pinotti al ministero della Difesa.

Oltre alle cosce e alle tette al vento, esibite pure nel salotto televisivo di Bruno Vespa in seconda serata a fascia protetta, che c'azzecca anche la Pinotti con il core business delle Forze Armate? Ok, che questi neo ministri son giovani e di belle speranze e servono a Renzi per cercare di ricucire il rapporto fra elettorato e istituzioni ("tutto è possibile, è il messaggio di questo governo", ha detto Renzi in conferenza stampa al Quirinale), ma il governo è il potere esecutivo di uno Stato e deve avere dei contenuti. Da realizzare.

Tags:
mogherinirenziboninopannella
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Coffee Break

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.