A- A+
Monza e Brianza
Formula 1, Aci: "Gran Premio d'Italia a Monza, firma sino al 2028"

Formula 1, Aci: "Gran Premio d'Italia a Monza, firma sino al 2028"

In apertura della conferenza stampa del 90 Gran Premio d'Italia a Monza il presidente Aci Angelo Sticchi Damiani ha annunciato: "Oggi firmeremo un contratto decennale con il Comune di Monza, funzionale alla stipula di quello con Libery  Media. La storia continua e oggi scriviamo un capitolo importante, dando continuita' per quasi dieci anni al rapporto tra Aci, Sias e il consorzio del Parco di Monza", che serve a dare a Liberty Media, societa' che gestisce la Formula Uno, la certezza di avere la disponibilita' del circuito per i prossimi anni. Damiani ha proseguito parlando del lavoro di squadra e sottolineando la collaborazione di "Regione Lombardia e Comune di Milano" per raggiungere la firma. La nuova convenzione entrera' in vigore a gennaio 2020 e scadra' il 31 dicembre 2028. Il canone annuo e' fissato in 900 mila euro.

Fontana: "Autodromo è eccellenza di Regione Lombardia"

"Per la Regione Lombardia il Gran Premio d'Italia e l'Autodromo di Monza erano, sono e saranno sempre punti di riferimento da preservare e rendere, se possibile, ancor piu' competitivi. Ancora una volta il modello Lombardia basato sul coinvolgimento diretto e sulla collaborazione di tutti gli attori chiamati in causa, cosi' come e' successo per la candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi 2026, si e' dimostrato vincente". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana intervenendo alla presentazione del Gran Premio d'Italia di Formula 1 in programma a Monza da venerdi' a domenica alla quale erano present anche il vice presidente Fabrizio Sala e l'assessore allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi. "L'attenzione agli investimenti - ha proseguito Fontana - e' testimoniata da parte nostra anche dalla 'Convenzione per la concessione dell'Autodromo nazionale di Monza ad Aci', in cui Regione Lombardia ha concordato un comune e congiunto impegno a realizzare lavori di adeguamento, nuove opere indispensabili per la sicurezza o manutenzioni richieste in ottemperanza alle prescrizioni delle autorita' sportive e dalle normative".

"E' obiettivo della Giunta regionale - ha detto ancora il governatore - far vivere l'Autodromo e valorizzare l'importante contributo pubblico, sostenendo oltre al Gran Premio tutte le attivita' compatibili con il Parco e le iniziative del Consorzio che possano creare un legame profondo, costante e diffuso con i cittadini". "L'impegno di Regione Lombardia non si esaurisce con il supporto al Gran Premio - ha continuato Fontana - e' infatti attivo, per esempio, un accordo con il Politecnico di Milano, dal valore complessivo di 2 milioni di euro, per la creazione di un'infrastruttura di ricerca e innovazione per la mobilita' sostenibile, che prevede in particolare l'attivazione di un simulatore dinamico di guida". Un'anteprima del simulatore sara' a disposizione degli appassionati presso lo stand di Regione Lombardia in Autodromo durante i giorni del Gran Premio. "La nostra intenzione - ha concluso Fontana - e' quella di rendere l'Autodromo un luogo di sperimentazione dell'innovazione tecnologica connessa alla 'smart mobility' e ai sistemi di trasporto a guida autonoma. Il simulatore offrira' alle aziende dell'automotive la possibilita' di dimostrare, in ambiente sicuro e in modo concreto, le potenzialita' delle proprie innovazioni prima di averle realizzate; inoltre consentira' di verificare l'interazione fra utenti della strada e infrastrutture, prima che queste ultime siano costruite, con studi sulla sicurezza della guida per disabili o anziani".

Allevi: "Monza orgogliosa di essere protagonista"

“Monza è orgogliosa di essere protagonista di un doppio compleanno: i novant’anni del GP d’Italia e della scuderia di Maranello. Una coincidenza che non può che portare fortuna al nostro Autodromo e all’accordo che sigliamo oggi con Aci Italia”. Così il Presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza Dario Allevi presenta l’edizione 2019 del GP d’Italia. “Proprio questo orgoglio è stata la benzina che ci ha permesso di lavorare, insieme ad Aci Italia, alla nuova convenzione che ha “messo in sicurezza” il GP a Monza almeno fino al 2024».

Dario Allevi entra nel merito della nuova concessione che ha trasferito la gestione dell’Autodromo da Sias Spa ad Aci Italia: «Con Aci Italia abbiamo lavorato gomito a gomito per firmare la nuova convenzione prima del GP di quest’anno: per qualcuno sembrava un’impresa impossibile e invece così non è stato. Grazie a questo straordinario gioco di squadra Aci Italia – che condivide l’amore per il nostro circuito -  potrà finalmente firmare il nuovo contratto con Liberty Media che lega la Formula 1 a Monza per i prossimi cinque anni, fino al 2024. È questa per me la soddisfazione più grande e l’obiettivo che mi ero dato”.

La nuova convenzione entrerà in vigore l’1 gennaio 2020 e scadrà il 31 dicembre 2028. Il canone annuo è fissato in 900 mila euro. Ma il presidente del Consorzio Villa Reale e Parco guarda «oltre»: “L’Autodromo è uno dei circuiti più antichi e famosi al mondo. In quasi un secolo di storia è entrato nella leggenda degli sport motoristici, anche grazie alla sua posizione all’interno del Parco che dà vita ad uno scenario unico al mondo. Durante tutto l’anno i suoi rettilinei e le sue curve sono percorse da auto d’epoca e da corsa. È un impianto che quindi, già oggi, vive oltre il Gran Premio di Formula 1. La sfida che abbiamo davanti è quella di farlo diventare un impianto sempre più polifunzionale capace di attirare grandi eventi non solo motoristici. Per questo stiamo lavorando per portare il grande tennis nel “Tempio della Velocità”, così come siamo felici di essere riusciti ad ospitare a Monza il “Salone dell’Auto”.  Stiamo creando anche le condizioni perché tornino i grandi concerti nell’area della Gerascia, così come mi piacerebbe realizzare un sogno che ho nel cassetto da vent’anni: quello di vedere nascere all’interno dell’impianto un museo che rievochi tutta la storia, ormai quasi centenaria, del nostro Autodromo Nazionale. Solo quest’ultimo, ne sono convinto, porterebbe in città un numero incredibile di appassionati e turisti che verrebbero a visitarlo da ogni parte del mondo ogni fine settimana”.

“Progetti che hanno – come ricorda Dario Allevi – bisogno di risorse: «Reggia, Parco e Autodromo rappresentano, oggi, il traino del turismo monzese. Su questo compendio, unico al mondo, stiamo investendo risorse mai viste prima che toccano la cifra di 55 milioni di euro, grazie all’intervento di Regione Lombardia.  Una parte di queste devono tenere conto delle potenzialità dell’impianto, visto anche che il turismo per Monza è diventato uno straordinario “generatore” di nuova economia e un volano per tutto il territorio. Questa è la strada che stiamo percorrendo e che intendiamo proseguire anche nei prossimi anni”.

Commenti
    Tags:
    formula 1gran premio d'italiagran premio di monza
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Bonus Inps e i furbetti: sdegno e levate di scudi. Ma quando capita ai comuni cittadini...
    Di Massimo Puricelli
    Rinnovo del passaporto tra genitori separati o in pessimi rapporti: come fare?
    di Avv. Flaminia Rinaldi*
    Una sceneggiatura teatrale scritta dall'intelligenza artificiale
    Maurizio Garbati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.