ROMA (ITALPRESS) - "Conosciamo il coronavirus molto meglio, sul piano genomico non e' mutato ed e' ancora insidioso: basta alzare lo sguardo e guardare i numeri di paesi come Usa e Brasile. Non siamo a rischio zero, il virus ancora circola e ci sono dei focolai. Dobbiamo conservare le regole che conosciamo anche nelle prossime settimane". Cosi' Roberto Speranza, ministro della Salute, intervistato a Cartabianca su Rai3. "Non abbiamo la certezza scientifica di una seconda ondata, ma e' comunque possibile. Dobbiamo farci trovare pronti, nel caso non arrivasse ne saremmo tutti felici. Dobbiamo quindi continuare a investire sul sistema sanitario nazionale per non farci cogliere di sorpresa", ha aggiunto. "Gli scienziati ci hanno dato una grande mano in questi mesi, e' normale che ci siano opinioni diverse per un virus che non conoscevamo. Chi non ha assunto misure rigorose come ha fatto l'Italia sta pagando un prezzo enorme. Penso ci sia bisogno di un'alleanza tra politica e scienza, e questo si puo' fare dando segnali di unita'", ha concluso Speranza.(ITALPRESS).spf/ads/red30-Giu-20 22:25

in vetrina
Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105

Ludovica Pagani sulle orme di Diletta Leotta... anche a Radio 105

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

motori
CUPRA svela il primo modello completamente elettrico

CUPRA svela il primo modello completamente elettrico



RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.