PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) - "Il nostro piano ha basi solide". Cos�¬ Luca De Meo, Ceo di Renault da un anno, ha riassunto il nuovo piano strategico del costruttore francese al 2025, che trasformer�  il gruppo. La "Renaulution" passer�  da una riduzione della produzione a 3,1 milioni di vetture l'anno, rispetto ai 3,9 milioni del 2020. Questo per eliminare inefficienze come l'eccesso di capacit�  produttiva e i modelli a bassa reddittivit� . I numeri sono chiari: 7 nuovi modelli che stavano per essere lanciati non vedranno mai la luce, e saranno sostituiti da altri 8 nuovi modelli, su un totale di 14 novit�  previste entro il 2025. Riposizionati anche i tre brand del gruppo: con Dacia-Lada come entry level, Renault focalizzata sui modelli dei segmenti C e D ad alto valore con motorizzazioni ibride e elettriche, e Alpine con tre modelli full electric ad alte prestazioni, anche grazie a una partnership con Lotus.Tutto questo utilizzando sole 3 piattaforme, sviluppate con Nissan e Mitsubishi, partner nell'Alliance. Ridotti a 4 anche i motori: uno a benzina e ibrido, uno a gasolio, uno elettrico e uno a idrogeno e fuel cell. A completare l'offerta il progetto Mobilize che punta a sviluppare una nuova gamma di prodotti, pensati per il car sharing e la mobilit�  moderna, anche attraverso il riutilizzo di componenti delle vetture usate, in un progetto di reale economia circolare.I target sono ambiziosi, e passano attraverso tre fasi: resurrezione, ristrutturazione e rivoluzione. L'obiettivo a livello finanziario �¨ arrivare a un margine operativo del 3% nel 2023, e salire al 5% nel 2025 per 6 miliardi di generazione di cassa cumulata. Tra le misure, anche un taglio in ricerca e sviluppo, ma secondo De Meo gli investimenti sulla mobilit�  elettrica sono alle spalle, e quindi �¨ inutile continuare a investire. Tagliando produzione e ricerca, e vendendo modelli pi�¹ profittevoli, secondo il manager italiano, il punto di pareggio si raggiunger�  con solo il 70% del flusso di cassa attuale. Utili quindi pi�¹ facilmente raggiungibili. E senza bisogno di fusioni, secondo De Meo: "Per noi il consolidamento �¨ un tema passato, con la creazione dell'Alliance, noi dobbiamo creare valore". Ci riuscir�  anche accelerando lo sviluppo dei nuovi modelli, scendendo a meno di tre anni, e aprendo a partnership a tutti i livelli: "Siamo molto aperti a collaborare con i grandi gruppi tecnologici, e energetici, e abbiamo anche molto da offrire a loro", ha spiegato.(ITALPRESS).jp/sat/red14-Gen-21 12:09

in vetrina
Meteo, giorni della merla folli: dal caldo anomalo alla neve in pianura

Meteo, giorni della merla folli: dal caldo anomalo alla neve in pianura

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

motori
EQS, la prima ammiraglia full electric del marchio Mercedes-EQ

EQS, la prima ammiraglia full electric del marchio Mercedes-EQ



RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.