Roma, 7 feb. (Adnkronos) - "Solidarietà ai sindaci italiani minacciati da una ipotesi di denuncia surreale da parte del presidente del Codacons. E’ ora di finirla con le accuse, il terrorismo sanitario, le limitazioni delle libertà. Gli italiani sono persone responsabili, come hanno dimostrato in quasi un anno di chiusure e divieti, e sono anche detentori di diritti che non possono essere violati in modo illimitato”. Lo afferma il parlamentare della Lega Jacopo Morrone. “Per evitare eventuali assembramenti -aggiunge- forse basterebbe consentire l’apertura degli esercizi per un arco temporale maggiore, dando così la possibilità di scaglionare meglio passeggiate, pranzi e cene. Per questo sarebbe più lungimirante aprire bar, ristoranti, ecc. anche di sera per consentire a gestori e clienti di usufruire di più fasce orarie e quindi di maggiori opzioni, sempre mantenendo tutte le pratiche di sicurezza indispensabili". "Meraviglia poi che al Codacons non preoccupino la situazione economica del Paese e il fatto che esercenti, partite Iva, lavoratori sono in ginocchio proprio grazie a chiusure indiscriminate e ai timori diffusi con una martellante propaganda".

in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

in vetrina
Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...

Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...

motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

i più visti
i blog di affari
Cdx, le liti regalano Milano a Sala. La Destra meneghina non esiste più
di Maurizio De Caro
Green pass, tracciamento digitale per riavere diritti sequestrati in lockdown
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.