Roma, 14 set. (Adnkronos) - "Patrick Zaki è rinviato a giudizio. La prima udienza è oggi. Sono passati quasi due anni di detenzione preventiva. Due anni. Tempo durante il quale questo ragazzo è stato privato di tutto. È stato umiliato, gli è stato sottratto tempo che nessuno al mondo potrà ridargli". Così Valentina Cuppi, Presidente dell'Assemblea nazionale del Pd, in un post su Fb."E per aver fatto cosa? Niente. L’Italia non può e non deve rimanere alle finestra. Basta. Serve concedergli la cittadinanza italiana e serve farlo adesso. La sua tortura è una tortura che riguarda tutte e tutti noi e non possiamo sottrarci alla responsabilità di agire per tutelare i diritti umani di Zaki. Non facciamo calare il silenzio".

in evidenza
Giulia Pelagatti... a tutto sport Talisa Ravagnani, ex star di Amici

Striscia la Notizia, sexy veline

Giulia Pelagatti... a tutto sport
Talisa Ravagnani, ex star di Amici

in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

motori
Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

i più visti
i blog di affari
Il Tribunale di Lecce annulla cartella da 130.000 mila euro
Ginevra, un melting pot newyorchese nella piccola Svizzera
di Leone Ronchetti
Green Pass, i tesserati ignorano che è un dispositivo di controllo biopolitico
L'OPINIONE di Diego Fusaro



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.