Palermo, 1 ott. (AdnKronos) - La crescita del Mezzogiorno d'Italia "è stata frenata dalle incapacità, le incompetenze della politica in primis e della classe dirigente, ma anche della burocrazia". E' la denuncia di Nino Foti, Presidente della Fondazione 'Magna Grecia' che ha presentato oggi a Palermo il meeting 'Sud e Futuri' che si terrà da venerdì a domenica nel capoluogo siciliano. "Noi siamo qui per dire che, invece, c'è qualcosa da fare - dice Foti - E presenteremo venerdì pomeriggio il rapporto sul futuro del Mezzogiorno per capire quale è la direzione in cui sta andando il mezzogiorno d'Italia". L'Annual International Meeting aprirà i battenti al Mondello Palace Hotel il 4 ottobre alle ore 15. La tre giorni riunisce a Palermo alcuni dei protagonisti del panorama culturale, sociale, economico e scientifico, nazionale ed internazionale, per cercare insieme prospettive e azioni in grado di costruire opportunità nuove e reali per il Mezzogiorno. Si discuterà anche di Futuro e intelligenza artificiale "nel più ampio scenario di una nuova Rivoluzione Industriale", aggiungendo alle sollecitazioni scientifiche l’esperienza che Melinda Chen, General manager della Deep Blue Technology, colosso cinese dell’AI da 3 miliardi di euro l’anno di fatturato, che ha già manifestato grande interesse ad investire in Italia. La tre giorni si inaugura con la presentazione del 1. rapporto sul futuro del Mezzogiorno. A presentarlo sarà Roberto Poli, Cattedra Unesco sui sistemi anticipanti e Presidente di Skopìa Anticipation services. Dopo le suggestioni anticipatorie si affronterà come Governare il Mezzogiorno. Tra i relatori Domenico Arcuri, Ad di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. Ha elaborato e realizzato il piano di riorganizzazione e rilancio dell’azienda che oggi gestisce tutte le misure agevolative per le imprese, compresi i nuovi incentivi Smart& Start Italia e il Fondo Italia Venture I per le startup innovative. Presenze di spicco, allo stesso tavolo, quelle di Luca Bianchi, direttore di Svimez e Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione con il Sud. "Oltre alle varie incompetenze e incapacità - aggiunge Nino Foti -ci sono state ruberie e infiltrazioni della criminalità organizzata che hanno trovato terreno fertile". Alla conferenza stampa di oggi erano presenti anche il Presidente dell'Ordine degli avvocati Giovanni Immordino, il Presidente dell'Ordine dei giornalisti Giulio Francese e l'ex ministro Saverio Romano, vicepresidente della Fondazione 'Magna Grecia'. Oltre a Paola Bottero, che ha moderato l'incontro.

in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

i più visti
i blog di affari
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca
Super Green Pass, il trionfo del folle progetto di discriminazione
L'OPINIONE di Diego Fusaro



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.