Advertisement

Roma, 30 gen. (Adnkronos Salute) - Tra i modi di fumare, la sigaretta elettronica "è giudicata la meno nociva", quella tradizionale "è il prodotto considerato più nocivo", 'molto' e 'abbastanza' nel 94,8% dei casi. Al contrario, la 'e-cig' è il prodotto al quale viene attribuito "un minore effetto dannoso (9,1%)". E' quanto emerge Rapporto Italia 2020 di Eurispes nella sezione 'Vaping e tabacco riscaldato: le opinioni dei consumatori italiani'. Secondo l'indagine, il 66,4% dei fumatori intervistati ha completamente smesso di fumare le sigarette tradizionali dopo aver provato i prodotti senza combustione e il 22,6% ne ha diminuito il consumo. Solo il 5,7% ha mantenuto invariate le proprie abitudini nonostante utilizzi anche questi prodotti, l’1,1% fa un uso associato di entrambi i prodotti senza combustione, mentre lo 0,8% ha ripreso a fumare esclusivamente le sigarette tradizionali. L’indagine è stata realizzata tra il 18 ed il 20 maggio 2019 tramite la somministrazione face to face di 265 questionari. "Poco più del 90% di chi consuma prodotti senza combustione usa la sigaretta elettronica - evidenzia l'Eurispes - il 3,4% preferisce i prodotti a tabacco riscaldato; mentre il 4,9% li utilizza entrambi. Gli uomini più delle donne utilizzano prevalentemente la sigaretta elettronica (92,6% contro 82,6%); le fumatrici scelgono invece più spesso l’utilizzo combinato di entrambi dei prodotti senza combustione (8,7% contro 4,1%)". Nell'indagine è stato chiesto agli italiani come incidono i prodotti senza combustione sull’abitudine di fumare le sigarette tradizionali: "Il 66,4% dei fumatori dichiara di aver completamente smesso di fumarle dopo aver provato i prodotti senza combustione e il 22,6% ne ha diminuito il consumo - osserva il rapporto - Solo il 5,7% ha mantenuto invariate le proprie abitudini nonostante utilizzi anche questi prodotti, l’1,1% fa un uso associato di entrambi i prodotti senza combustione, mentre lo 0,8% ha ripreso a fumare esclusivamente le sigarette tradizionali". "Il dato Eurispes rispecchia per grandi linee quanto già accade da anni nei nostri centri antifumo - ha affermato Riccardo Polosa, fondatore del Centro di ricerca per la riduzione del danno da fumo dell’Università degli Studi di Catania (Coehar) - Nonostante l’allarmismo diffuso anche dalle organizzazioni sanitarie più blasonate, resta confermato il fatto che le nuove tecnologie senza combustione a contenuto di nicotina aiutano i fumatori a smettere di fumare. Nel campione utilizzato, il 66% degli utilizzatori ha dichiarato di aver smesso di fumare completamente. Il fenomeno della doppia utilizzazione si rivela limitato solo al 6%. Sono dati confortanti che presumo siano la conseguenza dell'ottimale accoppiamento consumatore-prodotto, tipica della popolazione oggetto dell'intervista".

in evidenza
Clizia Incorvaia va fuori di seno Asia Valente, caos rivelazione

Grande Fratello Vip news-foto

Clizia Incorvaia va fuori di seno
Asia Valente, caos rivelazione

in vetrina
ELISABETTA CANALIS A SENO SCOPERTO PER LA MILANO FASHION WEEK 2020. Foto delle Vip

ELISABETTA CANALIS A SENO SCOPERTO PER LA MILANO FASHION WEEK 2020. Foto delle Vip

motori
Mercedes-Benz protagonista al Salone di Ginevra 2020

Mercedes-Benz protagonista al Salone di Ginevra 2020

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Coronavirus, analisi di un medico dell'emergenza operativo in pronto soccorso
di Giusi Urgesi
Coronavirus e openness cosmopolita? Risultato: libera circolazione dei contagi
di Diego Fusaro
Italia. Riforme che non possiamo più rimandare. Intervista ad Alessia Potecchi
di Paolo Brambilla - Trendiest

I sondaggi di AI

Duello a destra tra Lega e Fratelli d'Italia. Ti fidi di più di Matteo Salvini o di Giorgia Meloni?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.