Roma, 15 gen (Adnkronos) - "La comunità democratica ha bisogno di unità e compattezza. E’ fondamentale. Oggi siamo 150, il 15%, ma non possiamo non giocare la partita, dobbiamo giocare un nostro ruolo e costruire un largo consenso". Lo ha detto Alessandro Alfieri alla riunione di gruppi e Direzione Pd sul Quirinale."No al padre padrone del centrodestra, anche per tutelare la credibilità del Paese. Dobbiamo rispondere che siamo per la condivisione, per un metodo diverso e che si parte dai leader di maggioranza, di pari passo con un patto chiaro sulla continuità della legislatura e sull'azione di governo".Per Alfieri, però, "non vanno anticipate le decisioni sulla tattica parlamentare, lo decideremo nell'immediatezza come comportarci nei vari scrutini o rischiamo di inficiare la nostra compattezza, necessaria per fare un buon lavoro insieme".

in evidenza
BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

Scatti d'Affari

BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

in vetrina
Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

motori
Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

i più visti
i blog di affari
Interessi e Fisco: strana differenza tra quando chiede e quando paga
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.