Roma, 7 set. - (Adnkronos) - "Chiunque contro Djokovic parte sfavorito e lo sarà anche Berrettini mercoledì sera. Speriamo che il serbo accusi la pressione di dover realizzare il Grande Slam, occasione per lui probabilmente irripetibile". Lo dice all'Adnkronos Paolo Bertolucci, vincitore della Coppa Davis nel 1976 ed ex numero 12 del mondo, in merito alle possibilità di Matteo Berrettini contro Novak Djokovic nei quarti di finale dello Us Open. "Purtroppo Matteo -aggiunge Bertolucci- per giocare la finale di Wimbledon dello scorso 11 luglio ha aggravato il suo infortunio alla coscia che lo ha costretto a saltare le Olimpiadi e poi ad arrivare alla trasferta in America con pochi allenamenti alle spalle. Lo si è visto in queste partite che non è al meglio, speriamo che in questi due giorni facciamo qualche altro progresso". "Di Berrettini mi è piaciuta la maturità dimostrata nel vincere questi primi 4 match anche senza essere al massimo della condizione. Ormai è un giocatore consolidato ad alti livelli. E' stato sfortunato a trovarsi nella stessa parte del tabellone di Djokovic, gli era andata meglio a Wimbledon dove lo aveva affrontato solo in finale. Il bello dello sport però è che non è c'è niente di scritto in partenza e i pronostici possono essere sovvertiti, quindi se la deve giocare al massimo e se va male avrà altre opportunità nei prossimi Slam", conclude l'ex capitano azzurro di Coppa Davis.

in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

i più visti
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.