A- A+
Politica
Alitalia, sindacati e lavoratori protestano contro il Governo sotto il Mise

Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti a breve si appresta a ricevere una delegazione dei sindacati del trasporto aereo che stanno manifestando da tutta mattina sotto la sede del ministero dello Sviluppo economico. I lavoratori delle compagnie aeree in crisi, infatti, in presidio davanti al  Mise, hanno bloccato il traffico in via Veneto e si stanno dirigendo verso piazza Barberini. Sono in piazza, per la manifestazione proclamata dai sindacati, i lavoratori di Alitalia, di Air Italy, Norwegian, Ernest, Blue Panorama.

"Alitalia whatever it takes", c'è scritto su diversi cartelli che parafrasano la frase del presidente del Consiglio Mario Draghi sull'euro. "Alitalia = Italia", è un altro slogan. "Alitalia per riprendere il controllo del nostro Paese" e "Volete un paese senza orgoglio?", si legge su altri manifesti mentre un grosso striscione attacca il Mise ribattezzato "Ministero del sotto-sviluppo economico". La manifestazione è molto affollata, con fumogeni e vuvuzelas.

“Una vergogna che il Presidente Draghi dica che costiamo tanto!” Questa le urla di un manifestante davanti al MISE durante la protesta; dietro di lui, davanti alla porta principale del Ministero, una finta bara con dentro un aeroplano con il marchio Alitalia.

Covid, lavoratori dello spettacolo occupano il Globe Theatre di Roma

"A noi gli occhi, please". Recita così lo striscione che cita il celebre spettacolo di Gigi Proietti e sovrasta da stamattina il palco del Globe Theatre di Roma, occupato da un gruppo di lavoratori dello spettacolo decisi ad alzare l'attenzione sul settore, devastato dalla chiusure causate dalla pandemia. Nel giorno in cui è previsto l'intervento su questo tema del ministro della Cultura, Dario Franceschini, al question time, la Rete dei lavoratori dello spettacolo reclama continuità di reddito e maggiore sostegno a chi lavora nel settore degli spettacoli dal vivo. Gli occupanti, che sono tutti 'tamponati' ed hanno scelto il Globe proprio perché aperto e non a rischio, chiedono anche che le riaperture siano accompagnate non solo da condizioni di sicurezza sanitaria, ma da una riforma strutturale del settore che metta fine alla precarietà. "Non vogliamo una riapertura senza sicurezza, che ci faccia ripiombare in un mondo del lavoro ancora più incerto e privo di garanzie. Riapriamo questo spazio a tutte le precarie, a tutti gli sfruttati, per riappropriarci di un tempo di confronto e autoformazione", si legge in una nota dei lavoratori.

Commenti
    Tags:
    proteste sindacati mise
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi

    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.