A- A+
Politica


Di Pietro Mancini

Cesarone Previti, ex ministro della Difesa di questo Paese, è un benemerito delle istituzioni? Basta aver fatto pratica, nello studio legale del giurista, ex fascistone, di Reggio, come l'attuale Governatore, ed esser stata lanciata in politica da Cesare, per esser nominata dal "trombeur de femmes" di Arcore e dalla sua badante, signora Rossi, capolista del PDL in Calabria? Qual è il messaggio che viene trasmesso, in primis alle centinaia di migliaia di giovani e di donne, senza lavoro, di questa aspra e derelitta Regione, la solo ad accogliere, ossequiando il Cav.per il gentile dono ricevuto, Scilipoti. Che vengono premiati soltanto il leccaculismo, l'obbedienza ai Capi, il grigiore e la mediocrità? Ma, allora, perchè non sono stati nominati, oltre a "Minzolingua" e all'eterno ex craxiano Carraro, l'"Attila" dello sport nostrano, "Gianpi" Tarantini e Valterino Lavitola, che avevano libero accesso, con frotte di Matera e di Renzulli, parlamentari anche loro, nei villoni del Cavaliere? Certo, sappiamo che, fortunatamente, Berlusconi non tornerà mai più a Palazzo Chigi. E Gianni Letta non siederà sulla poltrona di Napolitano al Quirinale.

E la fidanzata dello statista e poeta toscano, Bondi, tale Manuela Repetti, incasserà solo lo stipendione di deputata. Ma non ascenderà a incarichi governativi. Fatti positivi. Ma non bastano, per sperare in un futuro meno squallido, queste consapevolezze, soprattutto ai meridionali e ai calabresi, alle prese con problemi drammatici: la disoccupazione, la protervia delle mafie, la malapolitica. E, dopo che Monti e la Cancellieri hanno scelto il Comune di Reggio Calabria per accertate infiltrazioni delle 'ndrine in Municipio, vorremmo sapere, anche alla luce delle dettagliate denunce dei giornali e della Gabanelli su RAI3, la verità sulla "questione immorale" in quella città. Degli ammanchi al Comune è responsabile solo la defunta dottoressa Fallara ? Chi l'ha nominata in incarichi di vertice e di responsabilità? Chi non ha vigiliato sulla sua pessima gestione?

Tags:
cosentinoprevitipdl

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.