A- A+
Politica

Tutti i gruppi, anche il Movimento 5 Stelle e l'Italia dei Valori, sono coinvolti nell'inchiesta della magistratura torinese sull'utilizzo dei fondi del Consiglio regionale del Piemonte. Gli unici consiglieri non coinvolti - da quanto trapela dagli ambiente investigativi - sono 7 e appartengono ai gruppi del Pd, Pdl e Lega Nord, oltre ai consiglieri subentrati recentemente dopo la tornata delle elezioni politiche

A quanto si apprende i pm hanno notificato in maniera estesa gli inviti a comparire per valutare ogni singola posizione e cercare di capire, caso per caso, la finilita' delle spese, se personali - come nel caso dell'acquisto di delle briglie per cavallo - oppure se di carattere generico, ma che in qualche modo collegate all'attivita' consiliare, come nel caso di spese per ristoranti, trasporti, ecc. I reati contestati dai magistrati, al termine dell'analisi di un rapporto di 400 pagine della Guardia di finanza, sono maggiormente il peculato, in alcuni casi il finanziamento illecito e in un caso la truffa.

Tags:
m5s torino
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.