A- A+
Politica
benito mussolini

Bufera su Silvio Berlusconi dopo che, pur bollando le leggi razziali come "la peggior colpa di Mussolini", ha sottolineato come il Duce, "per tanti altri versi, invece, aveva fatto bene". Tempistica e luogo - l'inaugurazione del momoriale sulla Shoah nella Giornata della Memoria - che ha fatto infuriare la comunita' ebraica e gli ex partigiani e ha scatenato un coro di polemiche sul fronte politico. "Non abbiamo la stessa responsabilita' della Germania", ha proseguito il presidente del Pdl, "ci fu, da parte nostra, una connivenza che, all'inizio, non fu completamente consapevole"

Arrivato a sorpresa alla cerimonia di inaugurazione del memoria, Berlusconi ha giustificato la sua presenza come "dovuta". Il memoriale e' un luogo, ha sostenuto, "da far visitare a tutti i giovani". Le vicende che documenta, ha affermato, "non si possono piu' ripetere". "Solo mettendosi nei panni dei deportati - ha aggiunto - si puo' capire quali vertici di tragedia e di disperazione" si toccarono. Per Daniele Nahum, vicepresidente e portavoce della Comunita' ebraica di Milano e candidato alle elezioni regionali in Lombardia nella lista di centro-sinistra 'Con Ambrosoli presidente', le parole di Berlusconi "sono molto gravi". "Un ex presidente del Consiglio ed esponente di uno dei maggiori partiti italiani non puo' esimersi dal condannare il fascismo nell'interezza della sua disfatta ideologica", scrive Nahum, in una nota. "Non dimentichiamoci che, oltre le leggi razziali, il regime di Mussolini ha cancellato la liberta' di pensiero e di espressione - aggiunge -, e' stato autore delle stragi in Etiopia e creo' quel tessuto discriminativo contro omosessuali, rom e tutte le altre minoranze a lui invise".

Anche Pier Ferdinando Casini dissente apertamente da Berlusconi. "Non sono d'accordo con Berlusconi - spiega - sul bene fatto da Mussolini a parte le leggi razziali: il fascismo e' responsabile di molte altre cose. Certo in qualsiasi regime e' possibile trovare 10 cose buone su 100 cattive, ma e' un fatto fisiologico". Il Pd con Anna Finocchiaro attacca il Cavaliere: "Le sue parole sono inaudite. Le colpe di Mussolini e del suo regime non sono solo le atroci leggi razziali, ma molte altre cose a cominciare dal soffocamento della democrazia nel nostro Paese e dall'alleanza con il nazismo". Meno diretta la riflessione di Mario Monti. "La segregazione e l'antisemitismo sono ancora ben presenti", ha detto il premier aggiungendo che bisogna tenere viva la memoria per evitare nuove tragedie. "Berlusconi e' un falsario, sia quando parla del presente sia quando parla del passato", sottolinea Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Liberta'. "Berlusconi - prosegue il leader di Sel - che prova a strizzare l'occhio ai sentimenti dell'estrema destra che torna ad alzare la testa in Italia e in Europa, che torna ad ubriacare frammenti di societa' ed opinione pubblica con la retorica del razzismo e dell'antisemitismo"

A difendere Berlusconi e' il portavoce del Pdl Daniele Capezzone: "E' surreale che arrivino attacchi contro Berlusconi dagli amici e dai difensori italiani di Hamas e Hezbollah. Sarebbero costoro a poterci dare lezioni? Silvio Berlusconi e' un difensore strenuo di Israele come faro di democrazia per tutto il Medio Oriente. Gran parte degli esponenti della sinistra che oggi si esprimono hanno invece nel loro curriculum politico posizioni inaccettabili di attacco ad Israele e di sottovalutazione (a dire poco) dei rischi a cui Israele e' oggi sottoposta". Fuori dal coro della polemica, le parole del Papa: "La memoria di questa immane tragedia, che colpi' cosi' duramente soprattutto il popolo ebraico, deve rappresentare per tutti un monito costante affinche' non si ripetano gli orrori del passato", ha detto Benedetto XVI. "Si superi - ha invocato - ogni forma di odio e di razzismo e si promuovano il rispetto e la dignita' della persona umana".

Tags:
berlusconi choc mussolini

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla

Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.