A- A+
Politica
Insight/ Berlusconi pronto a lanciare 'Forza Silvio'


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


L'intervista di Affaritaliani.it al consigliere politico di Forza Italia Giovanni Toti ("In troppi usano Silvio per avere privilegi") ha terremotato il partito dell'ex Cavaliere, facendo emergere chiaramente la rabbia del leader azzurro. Berlusconi non ne può più delle continue liti, delle correnti e dei veti incrociati. Non ne può più della vecchia guardia che si parla a suon di interviste sui giornali e che non sa o non vuole rinnovarsi. L'ex premier è stanco di Verdini e dei verdiniani filo-Renzi, ma anche di Fitto e dei fittiani che hanno sempre qualcosa da contestare al capo e che minacciano un giorno sì e l'altro pure lo strappo. Berlusconi vuole azzerare tutto e ricominciare da capo. Via chi ha fatto quattro legislature, stop ai colonnelli che non portano voti ma solo polemiche e guai. Che cosa farà quindi l'ex Cav?

Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, una delle ipotesi allo studio sarebbe quella di rottamare Forza Italia e lanciare un nuovo soggetto politico. Un movimento che si richiami ai club del 1994 e che sia snello, agile e soprattutto che non abbia costi eccessivi. E tra le ipotesi in campo quella al momento preferita da Berlusconi sarebbe 'Forza Silvio', ovvero una formazione che già nel nome si identifichi con il leader e che non lasci spazio ad alcuna minoranza interna, liti o contrapposizioni. Il piano sarebbe quello di lanciare il nuovo movimento politico in estate, una volta preso atto della probabile sconfitta di Forza Italia alle elezioni regionali. Ma i nemici di Berlusconi non sono soltanto dentro il suo partito. La nuova linea dell'ex presidente del Consiglio prevede anche che non venga fatto alcuno sconto a Matteo Salvini. Il Centrodestra, forte anche della vittoria si Sarkozy in Francia, non deve farsi dettare la linea dagli estremisti anti-euro. Nessuna uscita dal Partito Popolare Europeo, dunque, e nessuna capitolazione sulle candidature per le Regionali, anche a costo di far saltare l'intesa con il Carroccio.

Ma la svolta di Berlusconi non prevede nemmeno un ritorno verso il premier e verso l'Ncd di Alfano. Bocciata la componente filo-Nazareno di Verdini, e infatti Berlusconi ha attaccato sabato scorso a testa bassa il governo e il leader del Pd. L'ex Cav cerca quindi una seconda giovinezza, mettendo nel mirino tutta una serie di big del suo partito - dalla Santanché a Matteoli, da Gasparri a Brunetta (solo per fare qualche nome) - che non avrebbero contribuito al rinnovamento di Forza Italia. "Salvi", per il momento, il consigliere Toti, il fedelissimo Romani (che ha gettato il sasso d'accordo con il leader) e il cerchio magico della Gelmini e delle senatrici Rossi e Bergamini. In tutto questa rimescolamento c'è anche la voce che vorrebbe Berlusconi in campo per la poltrona di sindaco di Milano, ma una fonte qualificata azzurra - di quelle vicinissime all'ex premier - la bolla come una "bufala colossale".

Tags:
berlusconi forza italia forza silvio
in evidenza
Leao perde la causa milionaria Pagherà 20 mln di risarcimento

Chiuso il caso con lo Sporting

Leao perde la causa milionaria
Pagherà 20 mln di risarcimento

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.