Berlusconi: mai al tavolo con la sinistra. Alfano: "Riforma del processo penale entro Natale"

Giovedì, 11 dicembre 2008 - 09:30:00

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NEWS DI POLITICA

GUARDA LA HOMEPAGE

FORUM 1/ La riforma della Giustizia è ormai una priorità? Governo e opposizione devono collaborare? Quali misure sono più urgenti?

FORUM 2/ Casini: Berlusconi ha paura, non è un decisionista. Di' la tua

SONDAGGIO/ Riforme: federalismo fiscale o Giustizia. Secondo te, qual è la priorità?

De Magistris/ Il pg chiede i verbali. Prosegue l'indagine della Cassazione. LE CARTE

Berlusconi: per Casini le porte del Pdl non sono aperte ma spalancate

Siti web dei partiti/ Migliora la Lega, bene Pdl, Pd e Idv. Male l'Udc. La ricerca

Usa/ Scandalo Illinois, il Governatore: Obama? "Quel figlio di ..."

Iran/ Uomo impiccato ma solo per alcuni minuti. LE FOTO CHOC

La maggioranza è pronta a cambiare la Costituzione per riformare la Giustizia. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rispondendo a una domanda di Bruno Vespa. Al giornalista che gli chiedeva se la maggioranza fosse pronta a cambiare la Carta Costituzionale per riformare la Giustizia in Italia, Berlusconi ha risposto: "Sì, la Costituzione si cambia, poi i cittadini avranno la possibilità di giudicare il nostro operato e decideranno, come popolo sovrano, se quella riforma può funzionare o meno". Il ministro della Giustizia Angelino Alfano ha promesso che la "Riforma del processo penale si farà entro Natale".

Ma il premier precisa: "Con questa opposizione non c'è possibilità di dialogare. Non si può parlare con chi mi paragona ad Hitler, a un dittatore argentino, con chi mi accusa di essere il diavolo e non si permette di dire una parola sulla moralità pubblica. Non mi siederò mai a un tavolo con codesti individui".

SEPARAZIONE DELLE CARRIERE. "Le idee sulla giustizia le abbiamo chiare: siamo per la separazione degli ordini, non voglio dire delle carriere, ma degli ordini si'", afferma Berlusconi. "Questo significa - haspiegato il premier - che chi giudica farà parte di un ordine e chi rappresenta la pubblica accusa farà parte di un altro ordine e quando dovra' andare a parlare con il giudice dovrà ottenere un appuntamento, bussare alla sua porta e dargli del lei".

CANONE RAI - "E' una delle proposte sul tavolo del sottosegretario Paolo Romani". Cosi' il presidente del  Consiglio Silvio Berlusconi risponde alla domanda di Bruno Vespa se sia possibile far pagare il canone Rai direttamente  nella bolletta della luce.

CASO SKY - La decisione di aumentare l'iva a Sky e' stata criticata "in modo ripetuto e becero". Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, non ci sta a sentirsi accusato, lamenta di essere stato criticato senza fondamento e  ripete: "Sky e' un'azienda che ha gia' vantaggi infiniti" e "ha superato in utili sia Rai che Mediaset. Aveva l'iva al 10%"  mentre la Ue aveva chiesto gia' al governo precedente di equiparare tutto il settore audiovisivi. "O facevamo un regalo  a Rai e Mediaset, ma vi pare possibile in questa situazione economica? Oppure portavamo tutti al 20%". Per questo il  premier si e' sentito ingiustamente attaccato "da una disinformazione che prende in giro gli spettatori. Non ci si  lamenti poi se ci sono cordate che di fronte al modo in cui la tv pubblica tratta una parte politica dicono di non  accettarlo"

EUROPEE. Voteremo con la legge attuale. Questo, spiega il premier, perché "dopo che la sinistra aveva detto di accettare" un dialogo basato su liste bloccate, "ha cambiato parere, accusandomi di essere un dittatore".

AFGHANISTAN. Il contingente militare italiano in Afghanistan non aumenterà. Il premier ha però aggiunto che sono stati estesi i caveat per le nostre truppe, che "potranno fare di più di quanto non potessero fare prima". Riferendosi all'incontro di martedì a Palazzo Chigi con il generale Usa David Petraeus, Berlusconi ha spiegato che "non si è fatto alcun riferimento ad un incremento delle truppe italiane in Afghanistan, non abbiamo parlato di aumento delle forze che restano 2.300. Per ora - ha aggiunto - non c'è questa richiesta né questa previsione". Berlusconi ha però sottolineato che sono stati cambiati i caveat per l'impegno militare italiano in Afghanistan e le truppe italiane "potranno fare più di quanto non potessero fare".

"L'Italia non ha partecipato alla guerra" in Iraq, "noi abbiamo dato un contributo dopo il conflitto per far nascere la democrazia". Semmai "i bombardamenti li ha fatti il governo D'Alema e non Berlusconi che non li avrebbe fatti", afferma il premier.

CRISI. "Abbiamo esaminato la possibilità di passare da 600 milioni di euro a un miliardo di euro per gli ammortizzatori sociali". Lo ha annunciato il presidente del Consiglio. Berlusconi ha fornito questa cifra parlando in generale della crisi economica in corso e della necessità di sostenere le categorie più colpite.

ALITALIA. "Credo che sarebbe più opportuno un accordo commerciale. L'ingresso di Lufthansa o di Air France nel capitale Alitalia potrebbe fare da freno allo sviluppo della nuova compagnia". Il premier ha sottolineato che ogni decisione spetta ai soci Cai, ma ha "sommessamente" espresso la sua opinione. Anche sul nome Cai, Berlusconi ha qualche riserva: "Spero che i soci la chiamino 'Nuova Alitalia'".

ENI. "Credo che ci sia tutta la convenienza che la Libia sia partner di questa nostra impresa: poi decideremo di volta in volta, ma non gradiremmo interventi nel capitale che fossero fatti attraverso silenziose operazioni sui mercati borsistici", afferma Berlusconi riferendosi all'interesse libico per un ingresso nel capitale dell'Eni.

ALFANO. "Berlusconi prende atto di una sinistra che continua a dire dei no e se dice di si' ci mette tanti di quei pero' che finiscono per coincidere con un no". Lo dice ai giornalisti il ministro della Giustizia Angelino Alfano al termine della riunione di maggioranza al Senato sulla riforma della giustizia. Ignazio La Russa, ministro della Difesa e' piu' ottimista per un possibile dialogo con l'opposizione e si affida ad una frase cara a 007: "mai dire mai..."

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA