A- A+
Politica


 

fioroni

Alla fine, giurano nel Pd, anche Vendola accetterà un'intesa con Monti qualora al Senato il Centrosinistra non avesse la maggioranza. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it da fonti raccolte all'interno del Partito Democratico, il leader di Sel, forte della sua esperienza di governo in Puglia, smorzerà i toni ultimativi di queste ore farà buon viso a cattivo gioco. I ripetuti no al Professore rivestono anche una natura squisitamente tattica: il leader di Sel, infatti, vede erodersi giorno dopo giorno il suo consenso tra gli elettori di sinistra che  si stanno spostando verso la Rivoluzione civile di Ingroia e deve lanciare messaggi rassicuranti al suo elettorato che individua in Monti l'artefice dello smantellamento dello stato sociale e colui che ha tartassato i ceti meno abbienti.

Ma su quali basi Vendola potrebbe accettare l'alleanza? Il presidente con l'orecchino governa da anni la Puglia e sa benissimo che davanti ai problemi concreti si possono trovare delle sintesi efficaci. Anche perché in Puglia in molti Comuni Sel governa insieme con l’Udc. Dipenderà poi anche dal tipo di alleanza che il Centrosinistra stipulerà con la lista civica per Monti. In queste ore, a Largo del Nazareno, si parla di un possibile appoggio esterno del Professore al governo Bersani. Una soluzione che Vendola potrebbe accettare di buon grado. Ma su tutto conteranno i contenuti: il leader di Sel insisterà affinché la prossima Finanziaria sia improntata all'equità sociale, attraverso una maggiore tassazione dei grandi patrimoni e al varo di provvedimenti dal carattere redistributivo. Anche Monti potrebbe accettare politiche maggiormente attente al welfare, considerato che i provvedimenti più duri li ha presi già nel corso dell'ultimo anno di questa legislatura. Certo, rimane il nodo dei diritti individuali, su tutti quello del riconoscimento delle coppie di fatto. Una discussione che però il cattolico e gay dichiarato Vendola potrebbe accettare di affrontare successivamente.

Intanto Beppe Fioroni, leader dei popolari del Pd e da sempre pontiere tra i montiani e i Democratici, intervistato da Affaritaliani.t, invita Vendola alla ragionevolezza: "Credo che il danno che Berlusconi continua  a fare al Paese, promettendo ciò che non potrà mai realizzare, truffando gli italiani, richieda un forte senso di responsabilità di tutti coloro che vogliono emarginare demagogia, populismo, antieuropeismo e scarsa serietà. Per questo - prosegue Fioroni - il Centrosinistra vincerà le elezioni ma deve avvertire la responsabilità che le riforme di cui il Paese ha bisogno non possono essere fatte se non con l'apporto della coalizione di Monti". Il responsabile Welfare del Pd prosegue ricordando che "in passato ho criticato Monti quando ha detto che Berlusconi e Vendola sono la stessa cosa affibbiando loro l'aggettivo di populisti. La verità è che Berlusconi danneggia il Paese, mentre Vendola in questi anni ha fatto crescere la Puglia. D'altro canto Vendola deve capire che per cambiare l'Italia minacciata dal ritorno di Berlusconi, non deve equiparare Monti a Berlusconi, a Grillo, né tanto meno ad Ingroia. Per questo - conclude Fioroni - Bersani ha fatto bene ad aprire a Monti".

Daniele Riosa (Su Twitter @DanieleRiosa)

Tags:
bersanivendolamontifioroni

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.