A- A+
Politica


 

bersani 1 400

Mario Monti detta l'agenda a Pierluigi Bersani. Le uscite di questi giorni con cui il Professore ha preso di mira l'ala sinistra del Pd suonano come un aut aut per il segretario incoronato dalle primarie del Centrosinistra: o silenzi i vari Fassina, Damiano e l'apparato del partito più vicino alla Cgil o ti scordi l'alleanza con noi. Un ultimatum che mette alle corde il leader del Pd stretto tra i riformisti-liberisti e i gauscisti. Un difficile gioco di equilibrismi e tatticismi che pone il Pd in mezzo al guado.

Anche perché il segretario non può sbilanciarsi più di tanto, visto che, secondo tutti i sondaggi, la maggioranza, scontata alla Camera, è traballante se non irraggiungibile al Senato, soprattutto se la Lega troverà l’accordo col Pdl. Così i toni della campagna elettorale per il segretario saranno necessariamente bassi, come ben dicono i suoi manifesti elettorali all'insegna della sobrietà. Toni soffusi  per fermare l'emorragia in atto nel Pd in particolar modo nel coté di destra con la clamorosa uscita del giuslavorista Ichino a cui potrebbero seguirne delle altre. Anche per questo Bersani ha deciso di pranzare con Matteo Renzi. Un modo per rassicurare i centristi e scongiurarne la fuga verso i montiani. Non è un mistero, infatti, che lo stesso sindaco di Firenze, come sottolineano i suoi a microfoni spenti, sia stato tentato dal cambiare casacca e trasferirsi armi e bagagli col Professore. Una questione di numeri insomma, visto che le primarie hanno comunque lasciato in eredità a Bersani un partito quasi diviso a metà in cui i supporter del sindaco rottamatore, sconfitti sonoramente anche alle parlamentarie, incominciano a fare la voce grossa.

Ma anche a sinistra gli animi incominciano a surriscaldarsi e c'è chi guarda a Sel come a una possibile nuova casa. Su questo versante Bersani deve saldare un debito con la Cgil, che durante le primarie e anche per bocca del suo segretario Susanna Camusso, si è apertamente schierata con lui. Proprio per tappare la falla a sinistra, Bersani in queste ore chiede rispetto a Monti in risposta alla richiesta del Professore di silenziare la sua ala sinistra. Vedremo se le falle della nave del Pd non saranno così ampie da impedire l’approdo di Bersani a Palazzo Chigi.

Daniele Riosa (su Twitter @DanieleRiosa)

Tags:
bersanirenzipdmonti

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.