A- A+
Politica
Bersani1

Pierluigi Bersani non è preoccupato dai risultati dei sondaggi sulla campagna elettorale pubblicati da tutti i giornali che danno in rimonta il Cavaliere (e dalla mezzanotte di oggi scatta il divieto di pubblicare le rilevazioni sui mass media). Tuttavia i sondaggi hanno scatenato nel Pd una nuova reazione. Lo spiega Massimo D'Alema: "Avevamo iniziato la campagna elettorale con il piede sbagliato, con l'idea che avevamo già vinto". E invece "bisogna combattere, l'avvicinamento di Berlusconi ha cambiato questo atteggiamento e c'è una nuova mobilitazione".
 
La due giorni in Piemonte del segretario Pd parte da Borgosesia, in provincia di Vercelli. Dalla cittadina, importante polo tessile-laniero (qui furono intessute le 'giubbe rosse' indossate dai garibaldini), il leader democratico commenta i risultati dei sondaggi sulla campagna elettorale che campeggiano su tutti i giornali: "Sono contento. E' chiaro che la destra cerca di chiamare a raccolta un pezzo di quelli che l'hanno abbandonata ma si vede la tendenza di fondo che è positiva e ho grandissima fiducia".  "Io non ho mai sottovalutato la destra - aggiunge- tuttavia vedo che questa volta c'è la possibilità di un cambiamento".

Sul tema delle alleanze intanto arrivano le parole di Antonio Ingroia da Genova: "Possiamo offire al Pd i nostri voti al Senato per fare un Governo di centrosinistra senza Monti, su questo si potrebbe aprire un confronto. Vediamo dopo le elezioni, parlarne prima è inutile". Il leader di Rivoluzione Civile conclude con una fosca previsione: "è possibile che si torni al voto tra sei mesi", qualora il centrosinistra non raggiunga una maggioranza a Palazzo Madama.

Bersani non teme le proposte di Berlusconi perché, secondo lui, gli si ritorceranno contro: "Spero che ne faccia altre - commenta - mi pare che alla fine funzionino come dei boomerang. Ci vuole rispetto per gli italiani, che sono persone intelligenti - ha aggiunto Bersani - credo che queste boutade dell'ultimo momento, queste sparate propagandistiche, non siano gradite in questo momento agli italiani perchè i problemi sono seri e quindi pretendono serietà". "Io terrò questo profilo in campagna elettorale - ha concluso - e sono sicuro che porterà bene".

Rispondendo poi all'appello di Articolo 21 sulla libertà di informazione, assicura che "il conflitto di interessi sarà una delle prime leggi che porterò all'approvazione del nuovo Parlamento ed è mia intenzione far entrare l'Italia in Europa anche in materia di normative antitrust e di autonomia del servizio pubblico".

In un'intervista all'agenzia parlamentare Vista, Bersani torna sul voto utile, garantisce che il patto con Vendola "non è in pericolo" e conferma la possibilità di un confronto sulle alleanze. Sull'Imu spiega che "'con la nostra proposta esentiamo le fasce deboli e togliamo l'Imu, credo, al 90% delle prime case e invece carichiamo sui grandi patrimoni immobiliari. Questa è una proposta che sta in piedi".
 

Tags:
bersani

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.