A- A+
Politica

C'è anche il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, tra gli indagati dalla procura di Savona per disastro ambientale legato all'attività della centrale a carbone Tirreno Power di Vado Ligure. Gli indagati sono saliti a 40. Oltre a Burlando ci sono l'assessore regionale allo sviluppo economico Renzo Guccinelli e la dirigente regionale del settore Ambiente Gabriella Minervini. Per loro si ipotizzano anche violazioni nell'iter amministrativo di concessione dell'esercizio della centrale. Tra gli indagati anche dirigenti della centrale. Burlando ha detto di non conoscere gli sviluppi dell'inchiesta e ha preferito non commentare aspettando gli sviluppi. E' quanto scrive Il Secolo XIX. La procura indaga anche su 427 morti 'anomale' tra il 2000 e il 2007. Mentre, secondo perizie in mano alla procura, tra il 2005 e il 2012 sono stati 2097 i ricoveri di adulti per malattie respiratorie e cardiovascolari, che i magistrati temono dovuti alle emissioni della centrale. Nello stesso periodo sono stati 586, sempre secondo la procura, i bambini ricoverati per patologie respiratorie. La centrale è sotto sequestro dal 13 marzo 2014 per violazioni all'Aia. La Regione è impegnata a farla riaprire chiedendo al Governo di rivedere le prescrizioni contenute nella nuova Aia che secondo l'azienda sono "inapplicabili". Nelle prossime settimane si terranno gli interrogati degli indagati. Il procuratore Francantonio Granero e il suo vice Chiara Maria Paolucci vorrebbero chiudere il fascicolo entro la prossima primavera.

"Sono a disposizione della magistratura - ha proseguito Burlando - per tutto cio' che riguarda i nostri comportamenti". Burlando, che oggi si trova a Roma per la Conferenza dei servizi sul progetto della bretella autostradale genovese, la cosiddetta Gronda, ha aggiunto che "questa mattina ho riferito personalmente la vicenda al sottosegretario Lotti e ne ho informato anche Delrio" perche' "il governo - ha concluso - deve decidere cosa fare".

Tags:
burlando
in evidenza
Italia ripescata ai mondiali? La sentenza della Christillin (Fifa)

Il caso scottante

Italia ripescata ai mondiali?
La sentenza della Christillin (Fifa)

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.