A- A+
Politica

Di Antonino D'Anna

Andrea Riccardi

Ed alla fine il colpo di scena è arrivato. Il PD ha candidato nelle sue liste quattro cattolici doc quali Emma Fattorini, Edo Patriarca, Ernesto Preziosi e Flavia Nardelli Piccoli. Quattro nomi di rilievo che potrebbero erodere consenso alla lista di Mario Monti. Infatti: Fattorini è docente di storia contemporanea all'università La Sapienza; Patriarca, storico esponente del volontariato e organizzatore delle settimane sociali dei cattolici italiani; e Preziosi, ex vicepresidente Azione Cattolica e oggi direttore dell'Istituto Toniolo, la cassaforte dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Infine Flavia Nardelli Piccoli, segretaria generale dell'Istituto Sturzo. Tutto questo accade mentre giunge la notizia che non si farà l'incontro - in calendario per il 10 gennaio - a Todi delle realtà che hanno animato Todi2.

CHI SONO- Si tratta di quattro nomi molto legati all'attualità. Ed è interessante notare che Patriarca, parlando il 27 dicembre scorso a Radio Vaticana, così aveva parlato del ruolo dei cattolici nella Lista Monti: "Se in questa nuova formazione i cattolici potranno essere protagonisti - come non lo sono stati in questi anni di fatto, sempre un po' marginali nelle varie formazioni - credo che porterà del bene a questo Paese". E aveva aggiunto: "Noi abbiamo svolto una Settimana Sociale di Reggio Calabria sotto il segno di un'agenda per il Paese, un'agenda di speranza per il futuro… Credo che già in quell'agenda, ci fossero dei semi perché appunto questa presenza dei cattolici nella politica sia finalmente efficace e sia finalmente anche generativa di qualcosa di nuovo". Quanto a Preziosi, è indicato come un "anti-Todi" ma è vicino all'area montiana e con un buon legame con Rosi Bindi. Suscita interesse la candidatura col Partito Democratico di Nardelli Piccoli, segretaria generale dell'istituto Sturzo presieduto da Roberto Mazzotta. Che al Sussidiario.net nel novembre scorso così descriveva Monti: "La sua azione deve proseguire. Perché sia lo stesso Monti, tuttavia, a proseguire nell'impegno, questa volta, dovrà prima chiedere il permesso agli italiani. Per questo è necessario creare un'aggregazione il più ampia possibile, per garantire a una sua eventuale candidatura gli strumenti parlamentari che assicurino la solidità del suo governo". La sua segretaria generale ha preferito invece il PD, che comunque Mazzotta - nella sua intervista al Sussidiario - aveva indicato come potenziale alleato del partito di Pierluigi Bersani (vedremo però che cosa ne penserà SEL di Nichi Vendola).

SALTA IL MEETING DI TODI. RUMORS: SANT'EGIDIO TROPPO ATTIVA- E veniamo adesso al mancato incontro dei todini. Su quest'argomento c'è chi, tra gli animatori del Forum, parla della "necessità di un chiarimento". Le voci che corrono in questi minuti, raccolte da Affaritaliani negli ambienti di Todi2, parlano di una certa insofferenza in alcune anime del Forum nei confronti dell'attivismo di Sant'Egidio. Molto presenti - sia pure con discrezione - nel dare una mano al Professore, avrebbero per questo suscitato delle perplessità in tanti. Come ad esempio in casa MCL (Movimento Cristiano Lavoratori) e CDO, la Compagnia delle Opere, braccio imprenditoriale di Comunione e Liberazione. E c'è chi si sfoga con Affari, parlando di "iperattivismo" di Sant'Egidio che potrebbe anche costare in termini elettorali a Monti: "Se si ferma al 10% è politicamente morto". Una previsione che viene trovata inquietante dalle parti di Circonvallazione Aurelia, sede della CEI, dove qualcuno sta iniziando a pensare seriamente che "se Monti non arriva almeno al 15% sarà un problema". Vedremo.

Tags:
todimontibersani

i più visti

casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.