Il collasso umanitario della Striscia di Gaza

Sabato, 24 gennaio 2009 - 10:48:00


Gaza/ Pizza e coca per i soldati israliani al fronte

Aiuti umanitari a Gaza/ Raccolta fondi di GVC Onlus per la Banca del sangue e per l'acqua

Massimo 'Hamas' D'Alema rivoluziona la politica

Apartheid israeliano in Palestina. Così niente pace. Lettera di Mandela al giornalista ebreo Friedman

Bambini palestinesi con genitori israeliani e viceversa. Ecco la soluzione per Gaza Di Massimiliano Fanni Canelles

Hamas nell'angolo e divisa. Ecco perché la tregua si allontana... L'analisi

'A Gaza non ci sarà pace con Hamas' Di Emanuele Fiano

Gaza/ Nella Striscia non perdono il sorriso. Ma le bombe continuano a cadere... La testimonianza di una volontaria

La testimonianza/ Una volontaria sulla Striscia di Gaza scrive ad Affari

Gaza/ La guerra che c'è e l’Europa che non c'è Di Arduino Paniccia

Obama avalla D'Alema. Frattini a disagio sul fronte orientale Di Antonio V. Gelormini

La guerra "giusta" di Israele Di Pasquale Della Torca

Mario Capanna: “Fermare il massacro di Gaza”. Lettera all'ambasciatore Spogli

Gaza/ "Nessuna aggressione legittima un genocidio", di Emanuele Fiano

Paniccia ad Affaritaliani.it: l'obiettivo di Israele è l'Iran. E' in corso un regolamento di conti

L'esercito israeliano ha completato il ritiro dalla Striscia di Gaza. "Questa mattina l'ultimo soldato delle Forze di Difesa di Israele (Idf) ha lasciato la Striscia di Gaza e le forze (armate) si sono schierate fuori dalla Striscia, pronte a ogni evenienza", ha dichiarato il portavoce. Ma a Gaza, come ha affermato il segretario generale delle Nazioni Unite, la "situazione è straziante e scoraggiante". Amnesty International parla di un vero e proprio "collasso umanitario in crescita".

Molti feriti non stanno ricevendo alcuna cura medica, denuncia l'organizzazione, il loro trasferimento verso gli ospedali è impedito, i team medici vengono attaccati (il rapporto è aggiornato al 19 giorno dell'offensiva israeliana) mentre cercano di portare soccorsi e il sistema sanitario, in particolare gli ospedali, è al collasso. Le infrastrutture elettriche, idriche e fognarie sono in uno stato di parziale crollo, che impedisce alla popolazione di Gaza l'accesso all'acqua potabile e la espone al rischio di infezioni contagiose con le acque reflue che invadono i centri abitati.


Morti a Gaza
GUARDA LA GALLERY

L'ESERCITO ISRAELIANO HA APETTO IL FUOCO CONTRO MEDICI. Le organizzazioni per i diritti umani hanno documentato sei casi in cui i soldati israeliani hanno aperto il fuoco contro team di operatori sanitari; 12 operatori sanitari sono stati uccisi e 17 feriti. Sono stati documentati almeno 15 casi di attacchi contro strutture mediche, tra cui un deposito di forniture medicinali, tre cliniche mobili, un centro di salute mentale, le mura e le finestre di tre ospedali pubblici e numerosi veicoli di soccorso. Attacchi diretti hanno colpito l'ospedale europeo e quello di Dura, una struttura dell'UNRWA e la clinica Safha al-Harazin a Shuja'iya.

OSPEDALI AL COLLASSO. Il sistema sanitario di Gaza è al collasso totale dopo più di un anno e mezzo di blocco continuo. Amnesty International ha riscontrato una grave mancanza di strumenti e medicine, la carenza di personale qualificato e l'assenza di competenze ed esperienze professionali per trattare i casi più gravi. Secondo il ministero della Salute palestinese, gli strumenti, le attrezzature e i medicinali di cui Israele ha permesso l'ingresso nella Striscia di Gaza coprono solo il 30 per cento delle effettive necessità.


Guerra a Gaza
GUARDA LA GALLERY

SENZA ELETTRICITA' ED ACQUA... Le linee elettriche, le pompe dell'acqua, i sistemi di fognatura e quelli di raccolta e trattamento dei rifiuti sono stati danneggiati dai bombardamenti. I combattimenti dei giorni scorsi nella Striscia di Gaza hanno impedito gran parte delle riparazioni, data la mancanza di condizioni di sicurezza concordate con l'esercito israeliano. Lo stesso vale per il trasporto del carburante. In assenza di energia elettrica, è impossibile pompare l'acqua e trattare i rifiuti.

Per non dimenticare... i due fratelli Bilal e Mohammed Al-Ashqar, di 8 e 9 anni, uccisi durante un raid israeliano a Tal el Hawa. Iyad Mutawwaq stava invece camminando per strada quando una bomba ha aperto uno squarcio in un edificio poco distante. Ha perso entrambe le gambe. Domenica 11 gennaio, approssimativamente alle 03.00 am, caccia F16 hanno bombardato il centro per orfani dell'associazione Dar al-Fadila... Per dovere di cronaca. E per rispetto della memoria. Affaritaliani pubblica le foto dei bambini palestinesi morti sotto i raid israeliani nella Striscia.

ATTENZIONE!

LE FOTO PUBBLICATE AL SEGUENTE LINK POSSONO FERIRE LA SENSIBILITA' DEL LETTORE.

SE VUOI CONTINUARE CLICCA QUI

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA