A- A+
Politica

"In diversi paesi europei i socialisti governano anche con i popolari. Puo' accadere. Il Pd sara' la forza guida del governo, poi in tutti i paesi il partito piu' grande, che prende il 32 - 33%, cerca alleati. E' giusto. Non vogliamo governare da soli, vogliamo costruire una coalizione che dia stabilita' al paese". Lo afferma il Presidente del Copasir, Massimo D'Alema a Radio Capital.

D'Alema pensa che il centrosinistra possa conquistare la maggioranza anche in Senato? "Ci siamo vicini, e' possibile, sarebbe un elemento di sicurezza e stabilita'. Anche se, come ha detto Bersani, vogliamo comunque allargare la collaborazione anche se avessimo i numeri per governare da soli, non vogliamo essere autosufficienti, vogliamo creare una maggioranza piu' ampia, in grado di dare certezze". "Un ragionamento curioso? E perche'? - risponde D'Alema - il Paese ha tali problemi che serve una maggioranza non solo parlamentare ma anche reale. La legge elettorale consente di governare con la minoranza dei voti popolari, noi invece vogliamo dare una maggioranza di voti popolari".

Ma la maggioranza puo' mettere insieme Vendola e Monti? "Io penso che non ci siano incompatibilita', questo poi lo dovra' vedere Bersani e ognuno dovra' dire la sua. Si deve partire dai contenuti: il rispetto dei vincoli europei ma anche una politica orientata verso il lavoro e la giustizia sociale. Abbiamo apprezzato il lavoro di Monti ma si deve andare oltre e non fermarsi all'austerita'".

Gli investitori e le banche stranieri spiegano che i sondaggi non preoccupano, che comunque vada verranno continuate le riforme del governo Monti, allora un elettore che differenze puo' vedere tra Pd e Monti, visto che anche Fassina ha garantito la continuita'? "Con noi al governo - spiega D'Alema - la spesa pubblica era piu' bassa di adesso e tuttavia si spendeva di piu' per la scuola, per gli incentivi al lavoro, per lo sviluppo del Mezzogiorno, queste sono differenze importanti. Noi vogliamo il rigore ma lo vogliamo conciliare con gli investimenti sul futuro. Cos'e' invece il partito di Monti? Non lo sappiamo, e' una raccolta di personalita' che vengono dai ceti sociali piu' ricchi. Non e' un partito, c'e' un uomo che stimiamo ma non basta per governare. Il paese non puo' piu' essere governato da partiti personali e da agglomerati di persone che si formano attorno a un leader. Ci vuole una forza che abbia radici, una cultura, una storia, il Pd. Poi si puo' collaborare con Monti, ma non e' li' la risposta all'esigenza di un governo serio che dia prospettive per l'avvenire dell'Italia".

Ma Monti e' di centro o di destra? "Monti - risponde D'Alema - si definisce di centro, io sono rispettoso delle autodefinizioni". Cosa fara' D'Alema dopo le elezioni? "E' un problema minore. Io sono un pendolare con Bruxelles, non sono in cerca di nessuna particolare carica". Sul ritorno di Berlusconi D'Alema dice di non aver mai avuto dubbi, "non e' in grado di proporre altro leader che se stesso. Il problema non e' Berlusconi ma quelli che ancora gli danno retta, dopo 20 anni di fallimenti politici e disastro etico. Berlusconi fa ancora un pensierino al Quirinale? Pensi a che discredito comporterebbe per l'Italia".

Meno duro il giudizio sul Movimento 5 Stelle. "Per la parte di protesta contro la politica vecchia, chiusa, per la partecipazione dei cittadini attraverso la rete, e' da guardare con interesse senza chiusure - dice D'Alema - ma nel movimento di Grillo non c'e' una proposta di governo dell'Italia, e' un movimento che esprime un bisogno di democrazia ma essendoci un capo carismatico rischia di risolversi nel suo contrario".

Tags:
d'alema

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford sottoscrive l'appello all’U.E. per vendere solo veicoli 100% elettrici

Ford sottoscrive l'appello all’U.E. per vendere solo veicoli 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.