Il Presidente della Giunta regionale dell'Abruzzo, Ottaviano del Turco, si è dimesso dalla carica di Governatore

Giovedì, 17 luglio 2008 - 19:00:00

Il testo integrale delle confessioni di Vincenzo Maria Angelini, la gola profonda


Il Procuratore capo di Pescara, Nicola Trifuoggi, conosce Travaglio. Guarda la foto che li ritrae mentre si scambiano opinioni... 

Del Turco: non porto rancore per nessuno. Il gip: "Dirigeva un'associazione a delinquere"

Arresto Del Turco/ Le accuse: tre case a Roma per riciclare i soldi delle mazzette. Nell'ordinanza della Procura movimenti che corrisponderebbero a 19 tangenti da 10 a 750 mila euro


Del Turco è in isolamento e guardato a vista

Controvento/ La libidine delle manette Di Marco Volpati

Arresto Del Turco/ L'ordinanza: "Soldi per portare otto senatori nel Pd e spaccare lo Sdi"

Il fratello Alfiere Del Turco: "Se è vero mi uccido"

Letterine/
Caro Del Turco: se tutto venisse provato, se davvero tu fossi responsabile di una colossale corruzione, riuscirai mai a spiegare che cosa ti è successo "dentro"? Di Franco Bomprezzi

Del Turco e le autostrade.../ Pubblichiamo l'intervento di un lettore che risponde alla Letterina di Franco Bomprezzi a Ottaviano Del Turco... "Vivo in Abruzzo da 30 anni e non riesco a considerare superflui tre tratti autostradali che attraversano la regione..." Di Luca Pelini

Se Del Turco fosse in Cina penserebbe al suicidio... Di Alberto Fattori

Ecco chi è Ottaviano Del Turco: dopo il diploma di licenza media inferiore emigra a Roma ed inizia il suo apprendistato sindacale...

Berlusconi: riforma radicale della Giustizia

FORUM/ Che cosa pensi del 'Lodo Alfano', la norma che blocca i processi per le quattro più alte cariche dello Stato?

"Giustizia lenta, vero cancro"/ Leggi la lettera al direttore di Affaritaliani.it dello scrittore Di Ciaula - autore di "TUTA BLU" e...

Il Presidente della Giunta regionale dell'Abruzzo, Ottaviano del Turco, si è dimesso dalla carica di Governatore con una lettera inviata al Presidente del Consiglio regionale, Marino Roselli. A questo punto sono sempre più probabili le elezioni regionali anticipate in autunno. "La rimozione, l'impedimento permanente, la morte o le dimissioni volontarie del Presidente comportano le dimissioni della Giunta e lo scioglimento del Consiglio". Lo stabilisce l'articolo 44, comma 5, della Statuto della regione Abruzzo.

"Mi dimetto a partire da oggi 17 luglio per la necessità di chiarire la mia posizione senza trascinare l'istituzione regionale in una vertenza giudiziaria. Se ci sono responsabilità sono di natura personale e non collettive". E' uno dei passi della lettera che Ottaviano Del Turco ha inviato al Presidente del consiglio regionale dell'Abruzzo, Marino Roselli. "Si tratta - aggiunge Del Turco - di una decisione compiuta al fine di favorire il funzionamento degli organismi regionali e consentire il programma di rinnovamento concordato con il governo".

Del Turco ha scritto anche una lettera a Veltroni e l'ha affidata, così come quella delle dimissioni da governatore, al legale, Giuliano Milia, che lo ha assistito nell'incontro con i pm della Procura di Pescara e con il Gip. I dirigenti del Pd abruzzese ritengono che possa trattarsi di una lettera nella quale Del Turco annuncia al segretario nazionale del Pd l'autosospensione dal partito.

Del Turco, ha cominciato a chiarire la sua posizione nell'ambito dell'inchiesta sulla sanità. Al termine dell'interrogatorio di garanzia svolto all'interno del carcere di Sulmona dal gip Maria Michela Di Fine e dal procuratore capo Nicola Trifuoggi, il legale del Governatore, l'avvocato Giuliano Milia, ha confermato che "il presidente Del Turco ha reso dichiarazioni a sua discolpa, per le quali è stata chiesta la revoca del provvedimento cautelare". Sullo stato di salute di Del Turco, il legale ha aggiunto: "Sta bene, come uno che è in carcere".

AL VAGLIO MOVIMENTI BANCARI ANOMALI. Nel corso dell'incontro con i Pm della Procura di Pescara e con il Gip nel carcere di Sulmona, avvenuto giovedì mattina, Ottaviano Del Turco ha reso dichiarazioni spontanee. Non ha voluto rispondere alle domande dei magistrati poiché - ha spiegato - non aveva avuto modo di parlare con il proprio legale. Tuttavia Del Turco ha tracciato un quadro della propria azione politica volta al risanamento dei debiti della sanità abruzzese provocato, a suo dire, dalla precedente giunta di centrodestra. Ai magistrati è sembrato abbastanza calmo, non si è assolutamente indignato rispetto alle accuse mossigli e si è limitato ad invitare gli inquirenti a verificare nei conti correnti bancari se ci siano movimenti anomali.
   
Per quanto riguarda le indagini della Procura di Pescara sono in corso accertamenti per individuare un immobile che Del Turco avrebbe acquistato di recente a Roma. Infine, l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell'ex Governatore della Regione Abruzzo, lunedì scorso, è stata inviata anche alla Presidenza della Repubblica, Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla Procura generale presso la Corte d'Appello dell'Aquila e alla Procura Generale presso la corte dei conti d'Abruzzo.

LA VISITA DEI FAMILIARI. La Procura della Repubblica di Pescara ha espresso al Gip parere negativo sull'istanza di revoca della misura cautelare in carcere nei confronti di Ottaviano del Turco. Lo ha annunciato il Procuratore Capo della Repubblica di Pescara, Nicola Trifuoggi. Intanto venerdì mattina Del Turco riceverà la visita in carcere dei familiari. Il gip di Pescara Maria Michela Di Fine ha firmato la relativa autorizzazione. I parenti dell'ex presidente della regione dovrebbero varcare l'ingresso del carcere di Sulmona intorno alle 9.

Nel carcere di Chieti interrogato anche Camillo Cesarone, capogruppo regionale del Pd; si è avvalso della facoltà di non rispondere. Interrogatorio infine nel carcere di Lanciano per l'assessore Antonio Boschetti: revoca della custodia cautelare in carcere o concessione degli arresti domiciliari, sono le richieste che l'avvocato Giovanni Cerella, legale di Boschetti, avanzerà al gip Michela Di Fine.

Cerella ha fatto sapere che negherà al giudice l'associazione a delinquere contestata a Boschetti in quanto i fatti attribuitigli si riferiscono ad un periodo in cui non ricopriva la carica di consigliere regionale, ma era un semplice consulente incaricato dall'ex manager della Asl di Chieti, Luigi Conga (anch'egli agli arresti), per studiare una transazione relativa ai debiti della Asl nei confronti delle cliniche di Vincenzo Angelini. Per il difensore, il lavoro di Boschetti avrebbe prodotto per la Asl un risparmio di tre milioni di euro portando i crediti di Angelini da 14 a 11 milioni di euro.

DEL TURCO POTREBBE ESSERE TRASFERITO A TERAMO. Ottaviano del Turco, finiti i tre giorni di isolamento nel carcere di Sulmona, da venerdì potrebbe essere trasferito in un altro carcere, come quello di Teramo, che non è considerato di massima sicurezza. Lo si apprende dalla Procura della Repubblica di Pescara.

FINITO L'ISOLAMENTO, DEL TURCO POTRÀ LAVORARE IN CARCERE

"Decideremo oggi pomeriggio dove collocare il Presidente della Regione. Dovrebbe andare nella sezione dei detenuti comuni, però è una decisione che valuteremo dopo aver ascoltato il gruppo di accoglienza composto dallo psicologo e dall'educatore". Lo ha detto il direttore del carcere di Sulmona, Sergio Romice, subito dopo la fine dell'isolamento di Ottaviano Del Turco. Il Governatore dell'Abruzzo potrebbe da subito essere assegnato alle attività lavorative all'interno del carcere. Nell'istituto penitenziario è stato aperto un laboratorio di supporto alla Giostra cavalleresca di Sulmona: i detenuti sono impegnati ad eseguire dei lavori e delle opere a favore della manifestazione che si svolgerà a Sulmona alla fine del mese. In risposta alle accuse di Pannella che sul carcere di Sulmona aveva espresso preoccupazioni per i casi di suicidio che ci sono stati, il direttore ha detto: "Ogni suicidio è una sconfitta per tutti noi che operiamo nella struttura che dobbiamo garantire sicurezza e massima tranquillità ai detenuti".

Spuntano i primi dubbi sull'arresto di Del Turco. Cazzola (Pdl ed ex sindacalista): "Temo che sia un nuovo caso Tortora"

Le accuse contro Ottaviano Del Turco - stando almeno alla confessione della gola profonda Vincenzo Angelini - sono pesanti. Però, in attesa che i magistrati facciano piena luce sull'ennesimo scandalo che ha coinvolto la sanità, c'è chi avanza qualche dubbio. Anzi, molto più di qualche dubbio. L'ex sindacalista Giuliano Cazzola, ora deputato del Popolo della Libertà, non usa mezzi termini e parla di un "copione già visto". E si dice certo: "Scommetto sulla sua innocenza". Poi l'affondo: "Temo che sia un nuovo caso Tortora". Ma non finisce qui. Il figlio del presidente della Regione Abruzzo, giornalista del Tg5, ha molte perplessità: pare che Del Turco avesse tagliato i rimborsi ai signori delle cliniche e quindi insinua che sia stata una vendetta.

Abruzzo, l'inchiesta si allarga anche al Pdl

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA