Presidenziali Usa/ McCain vince in politica estera. Ma sull'economia Obama più credibile

Mercoledì, 8 ottobre 2008 - 14:12:00


Elezioni Usa, secondo confronto in tv tra Obama e McCain

La cronaca di tutte le fasi del dibattito e l'analisi - di Benny Manocchia

Presidenziali Usa: se fossi un cittadino americano, chi voteresti il 4 novembre?

Usa/ Guerra di sondaggi dopo il confronto in tv: Obama ha vinto, no McCain ha trionfato...

Usa/ Un caffé con Obama o con McCain? Guerra di sondaggi. Tutta danno avanti Obama ma con margini molto diversi

Usa/ Ora Sarah Palin fa paura e mette nell'angolo Obama

Usa/ Ecco l'iPhone di Obama. Per non perdere di vista il candidato democratico...

Usa/ Obama: McCain getta fango per rimuovere la crisi economica

Usa/ Ecco perché Obama rischia di perdere le elezioni

Usa/ La corsa alla Casa Bianca diventa hard. La Palin "protagonista" di un film porno

Usa/ Homer Simpson si schiera con Obama ma... IL VIDEO

Sarah Palin ha vinto la sfida dei vice. Biden si è limitato al suo compitino

Duello Obama-McCain: zero a zero. Entrambi glissano sul piano anti-crisi

Proprio oggi è giunta a noi la notizia dello scandalo a Nairobi, nel Kenya. Lo scrittore americano Jerome Corsi era laggiù per presentare il suo nuovo libro nel quale parla di Barack Obama come di un "pericoloso radical", pieno di odio per i bianchi. Corsi è ora nelle carceri di Nairobi. Le autorità locali hanno detto che non aveva il permesso di lavoro (sic) per presentare il libro. Tra l'altro Corsi ha definito Obama un musulmano da temere. Ma il candidato democratico ha sempre affermato di appartenere alla religione cristiana, la Trinity United Church of Christ di Chicago. Non credo che stasera parleranno di questo. A Nashville, nello Stato del Tennessee, il dibattito sarà diverso dagli altri; le domande verrano rivolte ai due candidati dalle persone del luogo, in una atmosfera quasi famigliare. Tutta gente che ha dichiarato di essere indipendente.

I soggetti sono economia e politica estera. E' già stato detto tutto su questi due punti. L'economia è a pezzi, la colpa è di Bush e dei repubblicani. No, la colpa è dei democratici con le loro inammissibili richieste. Per la politica estera: dagli attacchi all'Iran da una parte; no, parliamo con Ahmadinejad dall'altra. Che cosa cambierà alla fine del debate? Penso poco. McCain dovrebbe ottenere una strepitosa vittoria e solo allora si vedrebbero cambiamenti nelle percentuali che dividono Obama da McCain, cioè 3, 4 e 8 punti di differenza (secondo giornali diversi). Vai a credere alle poll.

Ci sarà un altro dibatto dopo questo, a pochi giorni dalle elezioni. Allora non potranno più esserci indipendenti e indecisi, perché sara' arrivato il momento di scegliere il prossimo presidente degli Stati Uniti. Secondo i critici statunitensi, Obama vincerà le elezioni il 4 novembre proprio per l'economia, o la sua crisi. La prima domanda su questo tema vede Obama attaccare Bush e McCain. Stiamo attenti a come useranno quei 700 miliardi stanziati per aiutare Wall Street, le banche ma aiuteranno le persone che si trovano nei guai?

Taglio delle tasse per la middle class, secondo Obama e lavoro sicuro per affrontare il grosso problema. Per McCain occorre tutto un programma che non usi il lavoro estero togliendolo agli americani. Alla domanda del moderatore Tom Brokaw: chi scegliereste come Ministro del Tesoro nella vostra amministrazione? Entrambi non fanno nomi, giro di parole ma niente nomi. L'inizio è abbastanza calmo, solo jabs sul volto ma niente sangue.
A un certo punto (poiché possono alzarsi e muoversi tra il pubblico) ognuno cerca di coprire l'altro alle telecamere
. Per rimettere l'economia sulla giusta via dovranno cambiare molte cose a Washington, dice Obama.
 
McCain è d'accordo. Sembra, a questo punto, lo sparring di due pugili che si allenano per un grosso match. Chiede una signora in sala: come possiamo fidarci di voi due con il nostro denaro? Obama attacca nuovamente Bush e McCain. McCain spiega che cosa ha fatto al Senato e Obama sorride. Abili nel dire poco o niente. Salute pubblica, energia e social security (previdenza sociale): qual è il primo da risolvere, chiedono a McCain. Il senatore dell'Arizona dice che possono essere trattati tutti e tre nello stesso tempo. Per Obama il primo è l'energia. Parole, parole, parole come diceva Mina...

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA