A- A+
Politica
Digione, al grido di 'Allah è grande' si lancia sulla folla con la macchina

Un automobilista, probabilmente uno squilibrato, ha investito di proposito un gruppo di passanti al grido di "Allah Akbar", ferendo 11 persone a Digione, nel centro della Francia. Due dei feriti versano in gravi condizioni. Il giorno precedente si era verificato un episodio analogo, a Joue-les-Toru (centro-ovest), dove un ventenne, nato nel Burundi e convertito all'islam, ha aggredito dei poliziotti al commissariato ferendone tre, sempre al grido di "Allah è grande". Il giovane è stato abbattuto dagli agenti. L'uomo che ha investito i passanti a Digione, quarant'anni, è stato arrestato e ricoverato in un ospedale psichiatrico. Le sue rivendicazioni appaiono ancora "vaghe", ha dichiarato alla France Presse una fonte vicina all'inchiesta, precisando che l'uomo era già noto alla polizia per reati comuni.

Tags:
digione
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla

Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.