E Veronica mise nell'angolo il povero De Bortoli...

Venerdì, 8 maggio 2009 - 12:46:00


Buoni ascolti per Santoro. La puntata di Annozero sul divorzio Veronica-Berlusconi, ha ottenuto un ascolto di 4 milioni 838mila
telespettatori e il 19.32 di share.
Lo show dei record condotto da Barbara D'Urso, giovedì sera in prime time su Canale 5, con 6.561.000 telespettatori e il 27,98% di share ha lasciato indietro Annozero con Il complotto, ovvero una puntata interamente dedicata al gossip che sta travolgendo l'Italia.

------------------------------

SPECIALE VERONICA-BERLUSCONI

Il caso Veronica tra sospetti e complotti yankee...

Veronica/ Ezio Mauro il sobillatore? E dagli Usa si parla di un complotto...

Anche l'Economist si occupa del divorzio...

Le anticipazioni di Novella 2000: Berlusconi, Veronica, Noemi, le veline...

E Veronica Lario telefonò a Giulio Anselmi... Il semiologo: voto sette a Berlusconi

FORUM 1/ L'esecutivo è a rischio? Ci saranno elezioni politiche anticipate?

FORUM 2/
Il divorzio tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario sposterà voti?

SONDAGGIO/ Tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario, chi ha ragione?

Berlusconi a Porta a Porta. Vespa festeggia: 1 su 3 davanti alla tv

Berlusconi alla festa di Noemi: le caricature impazzano sul web. Corona, bin Laden... GUARDA LE FOTO

Noemi Letizia recita nel corto "Scacco Matto" - Guarda il video

C'è qualcuno dietro Veronica? Il Palazzo si interroga... Ecco gli scenari

Il commento/ E l'informazione ritrovò il senso della notizia Di Aldo Turinetto

Berlusconi/ Don Gianni Baget Bozzo ad Affaritaliani.it: Veronica non ha amato Silvio. I vescovi: il premier dovrebbe essere più sobrio

Rumor/ Dopo aver bacchettato Berlusconi, l'Avvenire bacchetta il Centronistra...

Rumor/ Per togliere di mezzo Veronica Berlusconi ha deciso di sposare...

Veronica Lario ha scelto l'avvocato di Beppino Englaro

Lario-Berlusconi, il padre di Noemi: io e Silvio siamo amici

Ecco la festa di Noemi Letizia: guarda le immagini

Fininvest/ Gli analisti ad Affari: l’effetto Veronica è solo una scusa per il trading, impossibile fare previsioni 

Veronica Lario leader dell'opposizione

I sondaggisti/ Berlusconi divorzia ma non perde neanche un voto. E i rumor dicono che...

Il commento/
Veronica offende gli italiani

Ma Veronica fa politica Di Pasquale Della Torca

Silvio-Veronica: un divorzio che in Usa non interessa. Le testimonianze

Di Aldo Turinetto*

Avevo recentemente avuto occasione di sostenere che l'unico aspetto positivo da riconoscere a mio avviso alla vicenda del divorzio pubblicamente annunciato tra Veronica Lario e Silvio Berlusconi consisteva nella riscoperta da parte dei mass media di una sana e salutare competizione. Fondata sia sul particolare impegno che il Corsera  avrebbe d'ora in poi dovuto dedicare al recupero del terreno perduto nei confronti di Repubblica, La Stampa e l'Ansa  (le testate cui la first lady uscente ha ritenuto di affidare in esclusiva le proprie esternazioni ed intenzioni ) che sul riaccreditamento, più in generale, di un giornalismo di approfondimento che per tutta una serie di motivi era andato scomparendo nel nostro modo prevalente di fare informazione.

Della prima considerazione ho avuto precisa e puntuale conferma. Il Ferruccio De Bortoli apparso martedì sera a Porta a Porta è stato al tempo stesso rivelatore sia di un giornalismo ferito dal non aver potuto  pubblicare la notizia dei concorrenti che di un giornalismo non certo confortato dal riconoscimento postumo del Premier circa l'equilibrio dimostrato nella rincorsa e nel commento alla notizia stessa. Una beffa, quest'ultima, che si è aggiunta al danno subito.

CLICCA QUI PER GUARDARE LA PUNTATA DI ANNOZERO



Quanto alla consistenza della seconda considerazione non ho invece finora registrato riscontro alcuno. Neppure dal Michele Santoro di giovedì sera. Dal quale mi sarei aspettato ben altro rispetto a quanto offerto e proposto all'attenzione e al giudizio degli utenti televisivi. Monica Guerritore a parte, calata in modo convincente (anche se eccessivamente drammatico) nei panni di Veronica Lario, tutto il resto è stato davvero molto noioso e poco stimolante. Oltrechè quasi ossessivo nel tentativo, assai improbabile e comunque malriuscito, di accostare forse la figura di Letizia ( il padre della tanto chiacchierata Noemi )  a quella del Mangano di Dellutriana e di Berlusconiana memoria.

Il male profondo di cui il nostro giornalismo del giorno dopo palesemente ha dimostrato di soffrire in merito a questa del divorzio e, più in generale , a tante altre vicende si ricava a mio avviso dalla riflessione che sto per compiere e sviluppare. Una riflessione non da addetto ai lavori ma da semplice sostenitore ed operatore del buon senso.

Crediamo cioè davvero che ciò che ha indotto Veronica Lario a separarsi da Silvio Berlusconi siano state la presenza delle veline nelle liste europee del Pdl ( non importa se effettiva o presunta) piuttosto che la partecipazione del Premier al compleanno della diciottenne Noemi? O il fatto che la stessa Noemi chiamasse o meno " Papi " il nostro Primo Ministro?

Io penso di no. Penso che quegli episodi che tutti sembrano considerare determinanti ai fini della decisione presa dalla ex first lady siano soltanto la punta dell'iceberg di ciò che ci siamo comodamente adattati a vedere. A mio giudizio sono invece nient'altro che il pretesto, l 'occasione da non perdere tra le poche altre disponibili, per rompere gli indugi nella manifestazione di un disagio lungamente annunciato. Un disagio che la consorte del Presidente del Consiglio aveva già coltivato ed espresso all'epoca della prima Lettera Aperta a Repubblica. Risultato anch'essa di un'altra occasione da prendere al volo. Per chi , come Veronica , avesse da tempo già deciso di porre fine al suo matrimonio. Una decisione che farei ragionevolmente risalire ( pur non avendo le prove per dimostrarlo ) a cinque o sei anni fa.

E' quanto a buon senso appunto deduco dal fatto che un rapporto affettivo di trent'anni, un rapporto al quale si deve la nascita di tre figli, difficilmente si spezza a seguito di un capriccio o di una incomprensione contingente. A maggior ragione essendo consapevoli che il solo annuncio di quel divorzio susciterà il polverone che ha appena cominciato a sollevare.

Sforzarsi di capire e di spiegare, rifacendosi a cinque/sei anni prima, che cosa può avere inizialmente generato e poi alimentato la crescita di quel malessre coniugale, è quanto mi sarei aspettato e ancora mi aspetto da un modo di fare informazione richiamato e ricondotto alla ricerca del sapore e del gusto di indagare su quanto di più profondo si può nascondere dietro a questa e a gran parte delle tante notizie con cui superficialmente e frettolosamente ogni giorno ci confrontiamo.

*Advisor in Politiche e Sistemi di Comunicazione


Berlusconi a Porta a Porta
GUARDA LA GALLERY

 


Le foto della festa di compleanno
GUARDA LA GALLERY

 


Veronica Lario con la figlia Barbara
GUARDA LA GALLERY

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA