Ue/ Sinistra contro Mauro. Berlusconi: vergogna

Venerdì, 19 giugno 2009 - 15:24:00

"Apprendiamo con soddisfazione la decisione del Presidente Berlusconi di riconfermare l'amico Antonio Tajani nell'incarico di commissario europeo, un giusto riconoscimento per chi dal 1994 svolge una coerente azione politica per sostenere gli  interessi italiani nell'Ue". Lo afferma Fabrizio Cicchitto, Presidente dei deputati Pdl.

Ppe/ L'idea di Berlusconi: perché non accogliamo noi la Lega?

Commissione Ue/ Si va verso un Barroso bis. E alla presidenza dell'Ue spunta lo spagnolo Gonzalez...

Con Cohn-Bendit nasce la "terza sinistra"...

Al Vertice Ue il 'dopo Barroso', il Trattato di Lisbona e la crisi economica

Europarlamento/ Dal Pd via libera all'Asde, critiche dai rutelliani

Per Silvio un falso scherzo Green(peace)...

E' scontro sulla nomina di Mario Mauro alla presidenza Ue. La sua candidatura è stata proposta da Berlusconi: "Siamo il primo partito nel Ppe, abbiamo con il gruppo dell'Udc portato 12 milioni di voti. Noi - dice il Cavaliere - auspichiamo che ci possa essere considerazione per questa candidatura perche' Mauro e' stimato da tutti". Ma è scontro. Ho visto - conclude Berlusconi - una dichiarazione della Sinistra che dice di voler votare contro Mauro: è una vergogna. Ricordo che per Prodi noi abbiamo dato il nostro voto".

"Oltre al nostro candidato - prosegue - c'è il candidato polacco, ma io ricordo non solo che l'Italia non ha la presidenza da trent'anni ma che noi siamo il Paese che ha portato al voto il 67% dei cittadini contro il 24% dei polacchi. Siamo il primo partito nel Ppe e forse di tutta l'Europa. Abbiamo 35 europarlamentari - conclude Berlusconi - contro i 25 dei polacchi".

Ma nonostante le parole di Berlusconi su Mauro anche la Francia ha deciso di appoggiare la candidatura del polacco Jerzy Buzek. "È un eccellente candidato, un uomo di qualità: invieremo agli amici dei paesi dell'est un segnale estremamente positivo", ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy durante una conferenza stampa. A questo punto, l’ex primo ministro Jerzy Buzek, avrebbe "il 70% dei consensi» fra le delegazioni nazionali del Ppe, e sarebbe dunque pressocché certo di ottenere il sostegno unitario del gruppo a Strasburgo, a spese proprio di Mario Mauro. Secondo le fonti polacche, si sarebbe chiaramente espresso a favore di Buzek il presidente romeno Traian Basescu (anche lui del Ppe), e l’ex premier di Varsavia avrebbe ormai il sostegno "di tutti i grandi paesi (salvo, naturalmente, l’Italia), dei nordici e dei nuovi Stati membri dell’Europa dell’Est".


I leader Ue a Bruxelles
GUARDA LA GALLERY

"Penso che l'on. Mauro abbia tutti i titoli per aspirare" alla presidenza del Parlamento Europeo. Questa e' "una questione di accordo politico" e la situazione al momento "e' fluida". Lo ha detto Giorgio Napolitano.

VEDO BENE TREMONTI ALLA GUIDA DELL'EUROGRUPPO. "Il nostro candidato è visto molto bene anche al di fuori del Ppe. All'interno del gruppo abbiamo avvertito un motivo di contrasto per Mauro: è stato dipinto come un cattolico integralista e si cerca di far passare questa tesi mentre gli altri del Ppe sono protestanti e qualcuno diciamolo pure e' calvinista...". Silvio Berlusconi ripete che portera' avanti con forza la candidatura di Mauro alla presidenza dell'Europarlamento. "Se non dovessimo riuscirci con Mauro avremo delle altre possibilita'", dice il premier. Frattini quale successore di Solana? "No, voglio tenermerlo stretto per il governo", risponde Berlusconi. "Avremo un credito. Ci sono - aggiunge il Cavaliere - tante altre cose interessanti come i portafogli nella Comissione europea o tra un anno e mezzo la presidenza dell'Eurogruppo. Io vedo - sostiene Berlusconi - una posizione molto buona per il nostro ministro Tremonti. Con Tremonti non ho mai lavorato cosi' bene e - conclude Berlusconi - apprezzo anche la capacita' e la correttezza di Draghi".

CRISI. "Due messaggi: diffondiamo la fiducia, perché le cause della crisi sono a questo punto psicologiche. Secondo messaggio: l'Ue non lascera' solo nessuno. La nostra filosofia e' l'economia sociale di mercato e percio' il fondo sociale europeo interverra' a riguardo". E' la conclusione che Silvio Berlusconi trae del vertice di Bruxelles.

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA