A- A+
Politica
oscar giannino
Dopo il passo indietro dell'economista Zingales, Oscar Giannino, leader di Fare per Fermare il Declino, ha deciso di dimettersi. "Dimissioni irrevocabili da presidente in Direzione. I danni su di me per inoffensive ma gravi balle private non devono nuocere a Fare". L'annuncio è stato dato con un tweet durante la riunione fiume del direttivo. "E' una regola secca: chi sbaglia paga - continua Giannino in un altro tweet - Deve valere in politica e soldi pubblici, io comincio dal privato. Ora giù a pestare dx, sx e centro!". Zingales aveva rinunciato al suo ruolo nel partito dopo aver scoperto che l'ex giornalista aveva mentito sui suoi titoli di studio.

"Giannino rimane, al momento, candidato premier di Fare per fermare il declino". Lo ha detto Franco Turco, coordinatore del movimento di Giannino a Cagliari e membro della direzione nazionale di Fare. Turco ha descritto Giannino come "molto provato dalla vicenda, ha avuto durante la riunione uno sfogo amaro e molto personale. Rimane candidato premier e abbiamo tutti chiesto che rimanga nel partito".

Stesso concetto ribadito da Alberto Pera, candidato alla Camera nella circoscrizione Lazio 1: "Giannino si e' dimesso da presidente di Fare, ma crediamo tutti che rimarra' nell'agone politico". La direzione ha poi formalizzato la richiesta a Giannino di rimanere nel partito nel documento finale al quale si sta lavorando per apportare gli ultimi ritocchi.

A gioire delle dimissioni di Oscar Giannino non sarà Silvio Berlusconi, come in molti potrebbero pensare, ma Beppe Grillo. Secondo Fabrizio Masia, numero uno di Emg, contattato da Affaritaliani.it, i voti di molti italiani che avevano riconosciuto in Fare per Fermare il Declino un partito innovativo, passeranno al Movimento 5 Stelle che incarna il carattere di rinnovamento e di lotta alla vecchia politica. Solo in minima parte passeranno al Pdl, mentre in molti potrebbero tornare nell'alveo dell'astensione.

A prendere il posto di Oscar Giannino alla guida di Fare per fermare il declino sara' Silvia Enrico, avvocato e cofondatrice del Movimento. Enrico, nata ad Albenga nel 1976, si legge sul sito del movimento, ha iniziato la sua esperienza professionale a Milano nello studio del professor Francesco Galgano e dopo un periodo in uno studio internazionale, ha fondato sempre a Milano nel 2009 lo studio legale 4legal. Il suo ambito di specializzazione e' il diritto societario e commerciale.

Oscar Giannino si dimette da presidente di Fare per Fermare il Declino ed e' nominata all'unanimita' dalla direzione Silvia Enrico (Albenga, 1976): laurea in giurisprudenza universita' degli studi di Genova, avvocato. "Ho iniziato la mia esperienza professionale a Milano nello studio del prof. Francesco Galgano e dopo un periodo in uno studio internazionale, ho fondato sempre a Milano nel 2009 lo studio legale 4legal. Ambito di specializzazione diritto societario e commerciale", si legge in un curriculum per il sito del movimento liberista fondato da Giannino, Luigi Zingales, Michele Boldrin, Andrea Moro e Carlo Stagnaro.Cosi' Giannino su Twitter: "E' una regola secca: chi sbaglia paga. Deve valere in politica e soldi pubblici, io comincio dal privato.Ora giu' a pestare dx, sx e centro!".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giannino
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.