A- A+
Politica
FI/ Berlusconi contro Fitto (come Fini): "Sei il figlio di un dc, se vuoi vattene"

Resa dei conti in Forza Italia. Il dibattito sembrava vertere sul dilemma del sostegno al governo Renzi, ma in Forza Italia è scoppiato il caso: Silvio Berlusconi ha attaccato frontalmente Raffaele Fitto, da sempre suo fedelissimo, colpevole di aver votato "no" alla sua relazione presentata durante l’ufficio di presidenza del partito.
 
"Ho commissionato un sondaggio - avrebbe cominciato la sua invettiva Berlusconi - e con questi tuoi distinguo continui perdiamo voti, non fai altro che danneggiarci, invece bisogna lavorare sull’unità del partito. Se vuoi restare bene, ma non puoi sempre criticare su ogni cosa, altrimenti è meglio che vai in un altro partito, basta con tutte queste dichiarazioni contro di me". E ancora: "Ci fai perdere il 3-4% di voti. Se vuoi - ha argomentato l’ex premier- vieni a parlare direttamente con me, ma non andare in tv a parlare contro il partito". Il Cavaliere, raccontano i presenti, avrebbe fatto un accenno anche al passato. "C’è stato - questa l’osservazione che viene riferita da chi era presente - un altro che si è comportato in questo modo e sai come è finita. Se non sei d’accordo puoi anche fare un altro partito".

Lo scontro si è acceso soprattutto quando l’ex presidente del Consiglio, sottolineano le stesse fonti, si è avvicinato a Fitto: "Tu sei figlio di un vecchio democristiano, FI è un’altra cosa, non c’è spazio per certi comportamenti". Ma qual è la colpa di Fitto? Il parlamentare pugliese avrebbe contestato le modalità del voto durante la riunione: "C’è stato un episodio spiacevole: votare prima di discutere" la relazione di Berlusconi. "Questo fatto ha condizionato il voto sul documento". Fitto, insieme a Daniele Capezzone, ha espresso un voto negativo sulla relazione del Cavaliere. "I voti contrari - ha spiegato - sono stati due su 36".

"Voleva provocarmi. Voleva che esplodessi, che urlassi, che me ne andassi. Non mi conosce bene... Quando mi ha accusato di essere “il peggio della Dc” ed è arrivato a darmi del “figlio di un vecchio democristiano”, ho dovuto respirare forte una, due, tre volte per non reagire". A raccontare la scena, al Corriere della Sera, è lo stesso Fitto: "Parole come quelle non me le aspettavo, nemmeno in una scena così brutta... Io ho perso mio padre (Salvatore, che fu presidente della Regione Puglia con la Dc, ndr ) a 18 anni. Morì in un incidente stradale, aveva 47 anni. Certe cose non si devono dire".

Tags:
fiberlusconifitto
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.