Fosforo a Gaza/ Donatella Rovera di Amnesty International: "Le ferite fumano per ore"

Sabato, 31 gennaio 2009 - 17:00:00


Ecco la Gaza che non abbiamo visto. Il cadavere carbonizzato di un bimbo

Gaza/ Egitto ad Hamas: accetta tregua prima che arrivi Netanyahu. L'Ue appoggia un governo nazionale palestinese

Dopo la Bbc anche Sky rifiuta lo spot per le vittime di Gaza

Il collasso umanitario della Striscia di Gaza

Gaza/ Pizza e coca per i soldati israliani al fronte

Aiuti umanitari a Gaza/ Raccolta fondi di GVC Onlus per la Banca del sangue e per l'acqua

Massimo 'Hamas' D'Alema rivoluziona la politica

Apartheid israeliano in Palestina. Così niente pace. Lettera di Mandela al giornalista ebreo Friedman

Bambini palestinesi con genitori israeliani e viceversa. Ecco la soluzione per Gaza Di Massimiliano Fanni Canelles

'A Gaza non ci sarà pace con Hamas' Di Emanuele Fiano

Gaza/ Nella Striscia non perdono il sorriso. Ma le bombe continuano a cadere... La testimonianza di una volontaria

La testimonianza/ Una volontaria sulla Striscia di Gaza scrive ad Affari

Gaza/ La guerra che c'è e l’Europa che non c'è Di Arduino Paniccia

Obama avalla D'Alema. Frattini a disagio sul fronte orientale Di Antonio V. Gelormini

La guerra "giusta" di Israele Di Pasquale Della Torca

Gaza/ "Nessuna aggressione legittima un genocidio", di Emanuele Fiano

Paniccia ad Affaritaliani.it: l'obiettivo di Israele è l'Iran. E' in corso un regolamento di conti

A Gaza, durante i 22 giorni dell’operazione militare israeliana denominata ‘Piombo fuso’, «sono state commesse violazioni massicce del diritto internazionale, incluse violazioni che costituiscono crimini di guerra in tutti i campi, uccisioni illegali, distruzioni gratuite di proprietà e ancora uccisioni illegali come risultato di pratiche diverse, quali l’uso di armi improprie nei quartieri residenziali". Così Donatella Rovera, responsabile ricerca di Amnesty International per Israele e Palestina, riferisce quanto riscontrato a Gaza nella prima settimana di ricerca sul campo della sua équipe, che si avvale della consulenza di un esperto militare.

E precisa: «Siamo arrivati quando abbiamo potuto, abbiamo chiesto fin dal primo giorno di entrare, ma le forze armate e il governo israeliani non ci hanno concesso l’accesso, così come le autorità egiziane non sono state collaborative». Ora l’indagine si focalizza sulle violazioni "che rappresentano uccisioni illegali, distruzione gratuita di proprietà civili, uso improprio di armi". In proposito, Rovera spiega: «Anche se non sono puntate direttamente, ormai si sa da parecchi anni che se si usano un certo tipo di armi e munizioni, per esempio l’artiglieria in quartieri residenziali, le probabilità di colpire l’obbiettivo prefissato sono minime, mentre è alta la probabilità di raggiungere persone e oggetti che non erano previsti».


Morti a Gaza
GUARDA LA GALLERY

Al centro delle indagini anche «il fattore accesso ai servizi medici e umanitari, negato non solo in un caso o in alcuni ma in molti casi e in zone diverse della Striscia di Gaza». Ma l’attenzione della comunità internazionale è puntata soprattutto sulla «questione dell’uso del fosforo bianco, che le autorità israeliane hanno rifiutato di confermar per molto tempo; quando però siamo entrati e sono entrati i giornalisti, è risultato evidente».
Rovera non esita a definire quella israeliana una «ammissione tardiva, che ha fatto sì che vittime che avrebbero potuto essere curate in modo più efficace e veloce hanno invece sofferto un deterioramento delle loro condizioni». E cita alcuni «casi orribili in cui le ferite dei pazienti fumavano per un giorno perché erano rimaste particelle di fosforo, che bruciavano ogni volta che erano a contatto con l’ossigeno».

Aggiunge il responsabile Amnesty: «È stato fatto uso di fosforo bianco in modo illegale e incomprensibile, anche dal punto di vista militare. Il fosforo bianco viene utilizzato in due casi: per illuminare oppure per proteggere i movimenti delle truppe sul terreno con una cortina di fumo. Ma a Gaza è stato utilizzato in zone in cui i soldati israeliani non erano presenti: né intorno e dentro il complesso dell’Unrwa a Gaza City, né alla scuola di Beit Lahia, né all’ospedale del Quds né intorno a tutte le case che abbiamo visto a Zeitun e negli altri quartieri». E soprattutto «il fosforo bianco è stato usato in piena giornata, quindi non c’era bisogno d’illuminare».
C’è poi il problema del proiettile di artiglieria che porta il fosforo bianco e che «causa morte, distruzione, ferite con le proprie schegge».

Rovera chiarisce inoltre: «L’interpretazione delle forze israeliane — degli avvocati delle forze armate israeliane — del diritto internazionale, è molto elastica. Noi abbiamo visto un uso del fosforo bianco improprio dal Nord al Sud, quindi non si tratta di un solo battaglione (come invece sostiene l’esercito israeliano, n.d.r.)». Quanto alla decisione di bombardare case abitate, «perché le forze israeliane pensano o sanno che quella è la casa di un militante — che magari può essere un bersaglio legittimo — in realtà le si colpisce quando dentro ci sono anche altri dieci membri della sua famiglia, donne, bambini, civili. Questo è un uso sproporzionato della forza, che non può essere giustificato».

Il volantinaggio sulla Striscia, al fine di avvertire gli abitanti di un imminente attacco, non ha rispettato il diritto internazionale, ricorda Donatella Rovera: «Gli avvertimenti devono essere specifici, mentre qui i volantini lanciati dagli aerei cadevano su aree molto vaste e i messaggi telefonici pre-registrati hanno solo contribuito a creare panico perché effettuati a caso».

Per non dimenticare... i due fratelli Bilal e Mohammed Al-Ashqar, di 8 e 9 anni, uccisi durante un raid israeliano a Tal el Hawa. Iyad Mutawwaq stava invece camminando per strada quando una bomba ha aperto uno squarcio in un edificio poco distante. Ha perso entrambe le gambe. Domenica 11 gennaio, approssimativamente alle 03.00 am, caccia F16 hanno bombardato il centro per orfani dell'associazione Dar al-Fadila... Per dovere di cronaca. E per rispetto della memoria. Affaritaliani pubblica le foto dei bambini palestinesi morti sotto i raid israeliani nella Striscia.

ATTENZIONE!

LE FOTO PUBBLICATE AL SEGUENTE LINK POSSONO FERIRE LA SENSIBILITA' DEL LETTORE.

SE VUOI CONTINUARE CLICCA QUI

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA