A- A+
Geopolitica
Australia, a sorpresa un ministro aborigeno entra nel governo Morrison

Australia, mossa a sorpresa del premier Morrison: ministro aborigeno nel governo

Per la prima volta un esponente della comunita' indigena australiana entra a far parte del governo di Canberra in qualita' di ministro degli aborigeni. La nomina di Ken Wyatt - volto noto della politica e delle battaglie a favore dei diritti - alla direzione del ministero e' stata accolta come una "giornata storica" e un motivo di speranza sulla strada del maggior riconoscimento ed eguaglianza degli aborigeni. Una scelta a sorpresa quella del primo ministro conservatore Scott Morrison, dopo la sua rielezione, anche quella inattesa visti i sondaggi, alle elezioni lo scorso 18 maggio. Oltre alla nomina di Wyatt, il premier si e' gia' impegnato a far approvare una riforma della Costituzione sui diritti degli aborigeni e ha annunciato la prossima creazione di una 'nuova agenzia indigena australiana'.

Per il 66enne Wyatt si tratta di un secondo primato sulla scena politica nazionale: nel 2010 era stato il primo aborigeno a sedere in parlamento. E il suo discorso all'epoca aveva avuto ampio risalto, sia per i contenuti che per la sua scelta dirompente di indossare il 'booka', una pelle di canguro adornata rappresentativa dell'autorita' dei capi tradizionali. Successivamente Wyatt ha ricoperto alcuni incarichi ministeriali nel settore della salute, dell'istruzione, dell'occupazione e degli anziani indigeni, ma senza avere mai occupato una poltrona di primo livello. Sua madre, Mona Abdullah, era un'esponente delle "Generazioni derubate", uno di quei bambini aborigeni che il secolo scorso furono sottratti con la forza ai propri genitori in ossequio a politiche scellerate tese alla loro assimilazione. Dopo le sue battaglie in Parlamento per il riconoscimento di pari diritti agli aborigeni, ora da ministro fresco di nomina Wyatt si e' detto "incredibilmente onorato" e si e' impegnato a "lavorare e camminare con i nostri anziani, le famiglie e comunita' per garantire la grandezza della nostra nazione australiana, oggi e per sempre". Gli indigeni sono il 3% della popolazione australiana ma sono sotto rappresentati nelle istituzioni, proprio perche' minoritari. E' soltanto dal 1962 che hanno ottenuto il diritto di voto nelle elezioni federali e finora solo 10 legislatori aborigeni hanno fatto parte del Parlamento, quasi tutti nell'ultimo decennio. "Ken ha vissuto sulla propria pelle molte delle nostre esperienze e delle problematiche che segnaliamo alle autorita'. E' quindi molto piu' credibile rispetto ai ministri che lo hanno preceduto" ha commentato Rod Little, esponente del 'National Congress of Australia's First Peoples'. 

Commenti
    Tags:
    australiamorrisonministro aborigeno
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Soldi, riforme e opere Conte promette di tutto

    Coronavirus vissuto con ironia

    Soldi, riforme e opere
    Conte promette di tutto

    i più visti
    in vetrina
    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima

    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike

    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.