A- A+
Geopolitica
Egitto, la morte di Morsi riaccende la tensione. Turchia-Qatar contro Il Cairo

La nuova ondata di proteste arabe, dall'Algeria al Sudan passando per il caos in Libia, avevano finora risparmiato l'Egitto. Una situazione di privilegio per il presidente Al Sisi, che ora rischia di cambiare in seguito alla morte in tribunale di Morsi, il suo predecessore eletto dal popolo dopo le primavere del 2011 che portarono alla destituzione di Mubarak. Il rischio per Il Cairo ora è che il lutto si trasformi in collera. Tra l'altro proprio nei giorni in cui sta per prendere il via la Coppa d'Africa, la più importante manifestazione calcistica del continente, che si svolgerà a partire da venerdì 21 giugno proprio in Egitto.

Egitto, i timori per la sicurezza dopo la morte di Morsi

Il ministero dell'Interno ha subito dichiarato lo stato di allerta e rafforzato la sicurezza. Veterano degli attivisti e professore di ingegneria, Morsi, che aveva 67 anni, è tra i leader della Fratellanza musulmana detenuti durante la rivolta della primavera araba del 2011. Riesce a liberarsi in mezzo ai tumulti: per l'evasione viene condannato a morte nel 2015. Un processo che era da rifare per la sentenza annullata in appello. Figlio di un contadino, non è la prima scelta della Fratellanza come candidato alla presidenza. Soprannominato "la ruota di scorta", Morsiemerge come candidato di compromesso per le prime elezioni presidenziali nell'Egitto post Mubarak. Originario dell'ala politica del movimento - il Partito della libertà e della giustizia - entra in corsa dopo che uno dei potenti finanzieri della Fratellanza, Khairat al-Shater, viene squalificato per motivi tecnici. Molti elettori lo scelgono in un voto di protesta contro l'ultimo premier di Mubarak, Ahmed Shafiq. Vince con il 51 per cento dei voti e diventa modello nel mondo arabo del governo dei Fratelli musulmani. 

La vittoria e la destituzione di Morsi

Al suo insediamento, nel giugno 2012, il leader islamista promette di essere il presidente "di tutti gli egiziani" e viene acclamato dalle folle nella iconica piazza Tahrir del Cairo. Ma presto viene accusato di non riuscire a rappresentare tutti e di calpestare gli ideali della rivolta anti-Mubarak. Il suo breve mandato viene macchiato da profonde divisioni nella societa' egiziana, da una paralizzante crisi economica e da proteste dell'opposizione spesso sfociate in scontri violenti. Il 3 luglio 2013 viene rimosso dal suo allora ministro della Difesa e capo dell'esercito, Abdel Fattah al Sisi, dopo che milioni di persone reclamano le sue dimissioni. Al Sisi prende il suo posto di presidente un anno dopo. Per Morsi, e la Fratellanza, è "un colpo di stato" e lui continua a ritenersi il presidente legittimo. Seguono scontri in cui le forze di sicurezza massacrano decine di suoi sostenitori. Le proteste pro-Morsi - denunciano diverse ong - vengono spesso soffocate nel sangue. Rinchiuso in isolamento da allora, Morsi riappare solo nella gabbie dei tribunali dove affronta sei processi: quattro di questi si chiudono con condanne per un totale di 48 anni di prigione.

La questione dei Fratelli Musulmani

Morsi era accusato, oltre che per l'evasione e per l'incitamento alla rivolta, anche di spionaggio a favore di Iran, Qatar e dei gruppi armati di Hamas e Hezbollah. Chiaro dunque che quanto successo a Morsi coinvolga non solo l'Egitto ma anche tutti i paesi dell'area. Non a caso Turchia e Qatar hanno subito usato parole pesanti, definendo Morsi "un martire". "La storia non dimentichera' mai questi tiranni che hanno portato alla sua morte gettandolo in carcere e minacciandolo con l'esecuzione capitale", ha detto il capo di Stato turco durante un discorso televisivo. I Fratelli Musulmani hanno accusato le autorita' del Cairo di essere responsabili per la "deliberata morte lenta" di Morsi. Le autorita' "lo hanno messo in cella d'isolamento, gli hanno tolto le medicine e dato del cibo disgustoso, gli hanno negato i diritti umani piu' basilari", ha sottolineato il partito in una nota pubblicata sul suo sito. Morsi e' stato colpito da un malore in un'aula di tribunale mentre si difendeva dall'accusa di spionaggio. Il Cairo, come detto, ha ordinato lo stato di allerta anche se per il momento le uniche proteste si sono verificate all'estero.

Commenti
    Tags:
    egittoal sisimorsiturchiaqatar
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Camici Armani e mascherine Gucci Forniture italiane uniche al mondo

    Il coronavirus vissuto con ironia

    Camici Armani e mascherine Gucci
    Forniture italiane uniche al mondo

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 TRA VELENI E CHIARIMENTI: ALTA TENSIONE NELLA CASA. Gf Vip 4 News

    Grande Fratello Vip 2020 TRA VELENI E CHIARIMENTI: ALTA TENSIONE NELLA CASA. Gf Vip 4 News


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Si ispira ad Avatar l’auto del futuro secondo Mercedes

    Si ispira ad Avatar l’auto del futuro secondo Mercedes


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.