Advertisement
A- A+
Geopolitica
Elezioni Grecia, messaggio ai sovranisti: potremmo morire tutti europeisti

Nel 2015 aveva anticipato l'onda populista e sovranista che di lì a poco si sarebbe espansa a velocità folle in tutta Europa. Ora la Grecia potrebbe tornare a dare un messaggio chiaro agli altri paesi dell'Ue, rendendosi di nuovo protagonista per prima di fenomeni politici in grado di diffondersi in tutto il continente. E stavolta il messaggio che arriva è di segno opposto, con un ritorno a dosi massicce di europeismo.

L'ASCESA DI TSIPRAS

Quattro anni fa i greci, assediati dalle richieste della troika e in preda a una crisi economica e sociale senza precedenti, avevano eletto a furor di popolo Alexis Tsipras, il leader del partito di estrema sinistra Syriza, grazie alla sua promessa di rompere con i dettami dell'austerità imposti dall'Unione europea. Il referendum sull'accordo con Bruxelles non aveva fatto altro che incendiare ancora di più il clima euroscettico che si respirava ad Atene.

TSIPRAS DA POPULISTA A EUROPEISTA

Le cose sono andate poi diversamente. Tsipras si è rivelato un esecutore impeccabile delle richieste della troika. La Grecia è diventata un buon "studente", applicando misure di grande portata per migliorare i conti e rispettare i parametri. Pochi giorni fa Commissione Ue ed Eurogruppo hanno promosso le riforme approvate da Atene nel post bail out, cioè da quando il paese è uscito dal piano di salvataggio lo scorso agosto. E mentre l'economia è tornata lentamente a crescere, la disoccupazione resta la più alta d'Europa, 18,6%. Tsipras era rimasto alla guida di un governo con una maggioranza più che risicata, poggiando su soli tre voti di differenza, e che vede l'alleanza tra Syriza e la destra indipendente di Anel in un inedito governo rossonero molto lontano dal rosso fuoco iniziale.

ALLE ELEZIONI IN GRECIA CADE TSIPRAS MA FANNO FLOP ANCHE I SOVRANISTI E GLI EUROSCETTICI DI SINISTRA

Ecco che allora i greci hanno deciso di punire Tsipras. In molti hanno considerato tradite le sue promesse battagliere. Ma, sorpresa, non si sono rivolti ai movimenti sovranisti o populisti di destra, che eppure sono ben presenti in Grecia. I neonazisti di Alba Dorata, considerati un vero e proprio fenomeno fino a qualche anno fa, sono rimasti persino fuori dal parlamento, senza aver raggiunto la soglia minima di ingresso del 3 per cento. L'ultradestra di Elliniki Lysi (Soluzione Greca) invece ha conquistato il 3,7% che le valgono 10 seggi ma è rimasta al di sotto delle attese. Dall'altra parte della barricata, i comunisti del Kke si sono fermati poco oltre il 5 per cento. Ancora peggio è andata per la "rivoluzione" di Varoufakis, che con il suo Diem25-Mera25 ha raccolto solo il 3,44% e nove seggi.

IL TRIONFO DEL PARTITO MAGGIORITARIO ED EUROPEISTA

I voti dei greci delusi, infatti, non sono finiti a sovranisti o populisti di diversi colori ma soprattutto a un grande partito tradizionale che ha a lungo governato il paese, Nuova Democrazia. Kyriakos Mitsotakis ha trionfato con quasi il 40% dei voti. Per la prima volta dal 2009 la Grecia sarà governata da un partito con una chiara maggioranza in parlamento. Mitsotakis è un convinto europeista e ha un passato da banchiere di primo livello. Una vittoria che non può che far piacere a Bruxelles e a Berlino, con il Ppe di Angela Merkel che ne guadagna in "peso specifico". 

DALLA GRECIA UN MESSAGGIO A TUTTI I SOVRANISTI UE

La Grecia sembra aver capito che il voto populista non ha portato novità profonde nelle relazioni con Bruxelles, anzi. E allora, sembrano dire, piuttosto che un populismo europeista meglio un europeismo tout court, in grado magari di "contare" di più nelle stanze e nei corridoi delle istituzioni comunitarie. Indirettamente un messaggio da recapitare anche ai sovranisti di mezza Europa: un conto sono le promesse e le urla di battaglia quando non si è al governo, un conto è dover governare alle prese con le richieste di Bruxelles e i numeri da rispettare. Da Atene sembra emergere un segnale: il rischio concreto è che si muoia tutti europeisti.

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    elezioni greciatsiprassovranismomitsotakis
    Loading...
    in evidenza
    Clizia Incorvaia va fuori di seno Asia Valente, caos rivelazione

    Grande Fratello Vip news-foto

    Clizia Incorvaia va fuori di seno
    Asia Valente, caos rivelazione

    i più visti
    in vetrina
    ELISABETTA CANALIS A SENO SCOPERTO PER LA MILANO FASHION WEEK 2020. Foto delle Vip

    ELISABETTA CANALIS A SENO SCOPERTO PER LA MILANO FASHION WEEK 2020. Foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Parte da Ginevra 2020 l’offensiva elettrica di BMW

    Parte da Ginevra 2020 l’offensiva elettrica di BMW


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.