A- A+
Geopolitica
Franco CFA, Bitjoka a Di Battista: "Parigi impedisce lo sviluppo dell'Africa"

"La Francia impedisce lo sviluppo dell'Africa e ha sempre usato il proprio seggio Onu per esercitare la sua ingerenza nel continente, per esempio facendo cadere governi che secondo Parigi andavano contro i loro interessi". E' l'atto d'accusa di Otto Bitjoka, intervistato da Alessandro Di Battista del Movimento Cinque Stelle. Bitjoka, afro-italiano, vive da oltre 30 anni a Milano. Laureato in Scienze economiche e bancarie presso l’Università Cattolica di Milano, organizza gli Stati Generali degli Immigrati in Italia e si occupa di ricerche sull’imprenditoria immigrata. 

Di Battista lo ha intervistato sul tema del franco CFA, che lui stesso ha sollevato la scorsa settimana scatenando una dura reazione da parte della Francia che ha anche richiamato l'ambasciatore italiano, e sull'influenza di Parigi sull'Africa.

"Il franco CFA è un tema centrale, sono 60 anni che gli africani non vogliono più questa moneta", dice Bitjoka a Di Battista. "All'aristocrazia mondialista e turbocapitalista interessa mantenere una moneta del genere perché questa moneta crea tanti interessi perversi a loro favore. Negli anni '60 la sinistra aiutava i Paesi africani che lottavano per l'indipendenza ma ora questa sinistra non si occupa più dei problemi dell'Africa e non parla del franco CFA. E' una cosa che mi stupisce molto e mi stupisce ancora di più che si mettano contro di te su questo tema".

"Il franco CFA ha un grande impatto sull'immigrazione, perché se questa moneta creasse benessere come ci viene detto i giovani africani provenienti anche dagli altri Paesi non avrebbero bisogno di lasciare il continente perché si creerebbero delle opportunità al suo interno", prosegue Bitjoka, che elogia il faro messo sull'argomento da parte del M5s. "La presa di posizione del M5s è piaciuta molto in Africa, se n'è parlato molto in Africa. Io non sono grillino ma vi sostengo in questa battaglia per la libertà dei popoli africani".

"Il franco CFA pregiudica lo sviluppo?", chiede di Battista. "Certo che lo impedisce. La moneta non è stampata da noi e ci impedisce di avere liquidità. Se il Togo vende agli Stati Uniti 1 miliardo di dollari di cacao, il 50% di quel miliardo deve restare come riserva valutaria al Tesoro francese. Ecco perché non riusciamo a investire nello sviluppo e nell'ammodernamento della filiera agroalimentare, che dovrebbe essere la nostra forza".

"La Francia ha sempre usato il proprio seggio Onu per esercitare ingerenza sull'Africa", dice ancora Bitjoka, "far cadere governi che ritengono contrari ai loro interessi come accaduto a Gbagbo in Costa d'Avorio". Poi l'imprenditore afro-italiano ribadisce: "L'Africa deve poter controllare la propria politica monetaria e investire per il proprio sviluppo".

Commenti
    Tags:
    franco cfaafricafranciadi battistaotto bitjokaintervista di battistaintervista bitjokafrancia newsafrica news
    Loading...
    in evidenza
    "I politici rappresentano il popolo Il vaccino sia testato su di loro"

    Il Covid vissuto con ironia

    "I politici rappresentano il popolo
    Il vaccino sia testato su di loro"

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo: settimana con fiammata africana, piogge al nord

    Previsioni meteo: settimana con fiammata africana, piogge al nord


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW Group: Zipse “Cautamente ottimista per la seconda metà dell'anno”

    BMW Group: Zipse “Cautamente ottimista per la seconda metà dell'anno”


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.