A- A+
Geopolitica
Russia, rivolta senza precedenti a Mosca. Mille arresti,scricchiolii per Putin

Russia: opposizione in piazza, 800 arresti a Mosca

Oltre mille arresti, piazza Pushkin blindata, centinaia di agenti in tenuta anti-sommossa schierati contro migliaia di persone scese in strada per chiedere un voto "libero e giusto" a Mosca: e' stato un sabato campale nella capitale russa, dove manifestanti e polizia si sono fronteggiate duramente durante la protesta non autorizzata convocata dai movimenti di opposizione dopo che le autorita' hanno negato ai candidati indipendenti la possibilita' di candidarsi per le elezioni comunali dell'8 settembre. E' l'Ong locale Ovd-Inf - che monitora le manifestazioni di protesta in Russia - a dare via via il conteggio degli arresti di ora in ora in costante crescita davanti alla sede del municipio della capitale russa, mentre la polizia, citata dall'agenzia Interfax, ha confermato solo 295 arresti. Una manifestazione "illegale" che ha richiamato almeno 3500 persone, prevalentemente giovani, nonostante le autorita' avessero cercato in tutti i modi di scoraggiare la partecipazione. C'e' chi dice che sono oltre un migliaio gli agenti dispiegato nel centro di Mosca. Le immagini circolate mostrano arresti violenti con agenti che prendono a manganellate sui manifestanti che scandivano slogan anche contro Putin e il Cremlino. L'Ong riferisce di diversi feriti tra le persone finite in manette, tra nasi spaccati e fratture craniche. Il municipio e' stato blindato, con le forze dell'ordine che hanno bloccato l'area con propri mezzi ma anche con gli autobus di linea, obbligando i manifestanti a ripiegare sulle vie laterali. 

 La protesta davanti al municipio moscovita si e' svolta una settimana dopo quella che era stata la piu' grande manifestazione da vari anni a questa parte, con almeno 22 mila persone in marcia contro l'esclusione dal voto dei candidati dell'opposizione. Oggi invece, ancor prima della manifestazione le forze di sicurezza hanno fatto irruzione nelle case e nei quartieri generali di diversi candidati non ammessi alle elezioni, mentre il critico del Cremlino Alexej Navalny era stato incarcerato gia' mercoledi' scorso per 30 giorni con l'accusa di convocazione di 'manifestazione illegale'. Prima dell'inizio del corteo, la polizia aveva avvertito moscoviti e turisti di non prendervi parte, spiegando che gli agenti avrebbero "preso tutte le misure necessarie". Gruppi di manifestanti hanno cercato di alzare barricate in alcune delle strade del centro moscovita, ma in poco tempo un numero elevato di agenti ha sfondato il blocco. "Questa e' la nostra citta', vergogna! Vogliamo libere elezioni", gridava la folla. "Onestamente, sono spaventato", ha detto all'Afp Alexej Sprizhitsk, uno dei partecipanti alla manifestazione. "L'ultima volta che ho visto una tale pressione e' stato quando Vladimir Putin, nel 2012, e' tornato al Cremlino dopo quattro anni passati come primo ministro", ha aggiunto l'uomo. Il punto e' che il confronto intorno alle elezioni comunali ha infiammato l'opinione pubblico come non accadeva da tempo. Il voto locale e' visto come una delle ultime opportunita' di partecipare alla vita politica del Paese. Mentre i candidati pro-Cremlino godono apertamente del sostegno dello Stato, i candidati indipendenti affermano di essere stati ostacolati in tutti i modi possibili. Tra i candidati respinti la 31enne Lyubov Sobol, che in segno di protesta ha iniziato uno sciopero della fame. Tra gli arresti, quelli di uno dei candidati "squalificati", Dmitry Gudkov: "Se perdiamo ora, le elezioni cesseranno di esistere come strumento politico", ha avvertito l'esponente dell'opposizione: "Cio' di cui stiamo parlando e' se e' legale partecipare alla politica oggi in Russia, stiamo parlando del Paese in cui vivremo".

Russia: l'Ue denuncia arresti, minacciate libertà fondamentali

Monito dell'Ue a Mosca per gli oltre 1.000 arresti effettuati dalla polizia russa durante la manifestazione dell'opposizione sabato. "Questi arresti e l'uso sproporzionato della forza contro manifestanti pacifici minano gravemente ancora una volta le liberta' fondamentali di espressione, associazione e riunione", ha dichiarato la portavoce della responsabile della diplomazia europea, Federica Mogherini. "Questi diritti fondamentali sono sanciti dalla Costituzione russa e ci attendiamo che siano protetti", ha aggiunto la portavoce, Maja Kocijancic. Per le prossime elezioni locali di settembre, l'Unione europea insiste sulla "creazione di condizioni eque" per tutte le forze politiche: "Ci aspettiamo che le autorita' della Federazione Russa rispettino gli impegni con l'Osce e gli altri obblighi internazionali". 

Commenti
    Tags:
    russiaputinmosca
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arriva la nuova Fiat Panda: più eco, più tecnologica e più divertente

    Arriva la nuova Fiat Panda: più eco, più tecnologica e più divertente


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.