A- A+
Politica
Gianni Letta dietro il no a Salvini. Dubbi anche all'interno della Lega
Matteo Salvini (Lapresse)

Lunga telefonata, definita cordiale, tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, in attesa di un vertice a tre del Centrodestra. Fatto sta che la proposta del leader della Lega di una federazione dei gruppi parlamentari, dopo una risposta a dir poco fredda da parte di Fratelli d'Italia, è stata declinata dall'ex Cavaliere. Il timore, spiegano fonti di Forza Italia, è che il tentativo dell'ex ministro dell'Interno sia quello di annettere di fatto gli azzurri e diventare così il punto di riferimento in Parlamento non solo del Carroccio ma dell'intero Centrodestra.

Dietro il no di Berlusconi alla federazione dei gruppi, raccontano, c'è soprattutto Gianni Letta, che, sul fronte opposto, lavora alacremente per tessere il dialogo con il Partito Democratico, sicuramente sulle principali scandenze (dalla Legge di Bilancio al Recovery Fund) ma con un occhio alla partita per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica nel 2022 (clicca qui per leggere l'articolo).

Ma la federazione del Centrodestra evocata e rilanciata anche oggi da Salvini, secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, ha suscitato non poche perplessità all'interno della stessa Lega. Semplicemente, spiega una fonte autorevole di Via Bellerio, non è stata capita. E stavolta pare proprio che dietro non ci sia Giancarlo Giorgetti, da sempre vicino ad Arcore, ma che l'idea sia proprio del Capitano che avrebbe, condizionale d'obbligo, fatto tutto da solo.

Dall'Umbria alle Marche, dalla Liguria al Piemonte, i rapporti tra la Lega e Fratelli d'Italia rispecchiano il clima atmosferico di questi giorni, gelidi. Differenze di vedute nella gestione della politica sul territorio, delle scelte sulla sanità, sulle nomine e sulle gestione dell'emergenza coronavirus. Senza considerare le profonde differenze politiche a livello nazionale ed europeo con Berlusconi, dall'utilizzo del Mes per le spese sanitarie al rapporto con l'esecutivo giallo-rosso.

In una fase difficile per il Paese, la proposta dell'ex titolare del Viminale viene letta, anche all'interno del Carroccio, come una sorta di fuga in avanti sostanzialmente irrealizzabile. Sembra quasi, adombrano dal partito di Giorgia Meloni, che Salvini sia uscito con l'idea della federazione del Centrodestra solo per farsi rispondere, come era facilmente prevedibile, no grazie.

Un modo per dimostrare agli occhi dell'opinione pubblica e dell'elettorato che il leader leghista vuole davvero lavorare all'unità della coalizione contro la sinistra e i 5 Stelle, a differenza di chi evoca la coesione solo a parole (FdI) e di chi strizza l'occhio al governo. E infatti, spiegano sempre fonti qualificate, quella dell'ex ministro dell'Interno potrebbe anche essere una strategia per cercare di far uscire allo scoperto Forza Italia e capire se davvero, come lo stesso Salvini non ha escluso nei giorni scorsi, la voglia di dialogo con i Dem e il governo da parte degli azzurri non nasconda un retropensiero che porta dritto alla partita Mediaset-Vivendi.

Loading...
Commenti
    Tags:
    salvini lega federazione centrodestra
    Loading...
    in evidenza
    "Inutile il sacrifico di Enzo Tortora Magistrato che sbaglia non paga"

    Parla con Affari l'ex compagna Francesca Scopelliti

    "Inutile il sacrifico di Enzo Tortora
    Magistrato che sbaglia non paga"

    i più visti
    in vetrina
    Meteo febbraio da incubo con lo stratwarming. Entrerà nella storia...

    Meteo febbraio da incubo con lo stratwarming. Entrerà nella storia...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Audi: emissioni di CO2 nel 2020 inferiori agli obiettivi richiesti dall'Europa

    Audi: emissioni di CO2 nel 2020 inferiori agli obiettivi richiesti dall'Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.