A- A+
Politica
Giannini (Sc): "Da Letta basta retoriche di genere"

di Giovanna Guzzetti

Parterre des reines a Roma per la presentazione di Civiche.it, la piattaforma di Scelta Civica on line dal 12 dicembre per sensibilizzare l’altra metà del cielo ai temi politici a cui Scelta Civica affianca il progetto “Donne e Politica”, un ciclo di 4 incontri (il primo a Roma il 25 gennaio, l’ultimo a Milano a marzo, passando per Firenze e Napoli) dedicato ai temi delle Pari Opportunità.

E’ Stefania Giannini, nominata segretario politico di Scelta Civica all’indomani dell’assemblea di metà novembre che ha sancito la separazione dall’Udc, a spiegare ad Affaritaliani.it ragioni ed obiettivi dell’iniziativa. “L’ho detto anche al presidente Letta, dice senza timidezze l’ex rettrice dell’università per stranieri di Perugia: vorrei che questo governo fosse l’ultimo a fare retoriche di genere. Al contrario mi aspetto azioni concrete”. E ce n’è davvero bisogno visto che nel nostro Paese, dove il Censis definisce le donne “il nuovo ceto borghese produttivo” e dove ci eravamo dati come obiettivo, nell’Agenda di Lisbona, una occupazione femminile al 60%, ci sono invece “ben 6 regioni, al Sud, dove la media delle donne che lavorano è inferiore a quella europea”.

Con Stefania Giannini il discorso spazia. Dal ruolo di pungolo e stimolo all’esecutivo che Scelta Civica vuole avere nella coalizione di maggioranza, uscita rafforzata dal voto di fiducia dell’11 dicembre, alla separazione avvenuta nel partito ancora oggi definito “di Monti”, con uno sguardo al prossimo appuntamento, importante, delle Europee.
“La separazione si è formalizzata. Del resto i due ministri che esprimevamo, D’Alia e Mauro, hanno presentato misure – come quella della stabilizzazione dei precari della PA e dello scivolo pensionistico per i militari – assolutamente incompatibili con il nostro riformismo radicale ed incoerenti con il nostro manifesto iniziale”.

Un riformismo che, precisa Giannini, “sarà l’identità che il mio partito porterà in Europa nelle prossime consultazioni di maggio”. Finora gli interrogativi sono stati sulla collocazione di Scelta Civica in seno al Ppe o all’Alde. “Personalmente, dice la segretaria, mi sento più vicina ai liberal democratici ma abbiamo colleghi che sono validissimi esponenti del popolarismo. Ribadisco, non ci limitiamo a radunarci sotto una bandiera, guardiamo ai contenuti”. Non meraviglia questo orientamento alla concretezza: è la politica al femminile. Sulla quale, insieme a Stefania Giannini, hanno posto l’accento altre parlamentari di Scelta Civica: Linda Lanzillotta, vicepresidente del Senato; Ilaria Capua, vicepresidente della commissione Cultura della Camera; Irene Tinagli, neo mamma, e Maria Ida Germontani, responsabile delle Pari Opportunità di SC.

Fil rouge dei loro interventi il riconoscimento e il sapiente utilizzo del talento femminile. Un elemento non solo di equità, o “generosità” del sistema, bensì un acceleratore della crescita dell’intero sistema paese. E non solo sul versante dell’economia, di primaria importanza, ma anche nella politica dove un diverso modello di leadership, più orientato al risultato – a differenza del potere autoreferenziale dei maschi, come ha sottolineato la senatrice Lanzillotta – può davvero rappresentare una azione di contrasto della crisi. A patto però, come non ha mancato di ricordare ancora una volta Ilaria Capua, che le donne un ruolo di primo piano lo vogliano davvero, con determinazione: per questo, ha ricordato la deputata ricercatrice, è necessario ed urgente passare da una cultura della possibilità (di fare passi avanti) a quella dell’impegno e della responsabilità.

Tags:
giannini sc
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.