A- A+
Politica
Governo, Iv: "Il Pd crea problemi anche quando non ci sono"
Ettore Rosato.
Lapresse

Lo scontro a distanza tra il segretario del Pd Enrico Letta e quello della Lega Matteo Salvini non ha alcun peso specifico per il Governo. Ne è convinto il vicepresidente della Camera Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Italia viva. Intervistato da Affaritaliani.it, quindi, liquida la questione: “Draghi sta sopra queste polemiche che servono solo a Salvini e Letta per autolegittimarsi”. E, naturalmente, non dà ragione né all’uno e né all’altro: “Ci vorrebbe più equilibrio, questo sì – dice -, e maggiore consapevolezza che in un esecutivo come questo a prevalere sia l’agenda che fa il presidente del Consiglio e non quella che fanno i singoli partiti”.

Rosato, dunque lei è sicuro che questo scontro a distanza Letta-Salvini, non faccia male al Governo?
E’ solo comunicazione e al Governo risulta assolutamente indifferente. Anche perché, poi, in Consiglio dei ministri c’è sintonia tra tutti i partiti.

Ma tra Letta e Salvini chi ha ragione?
Ha ragione su cosa? Sul ddl Zan il Pd le ha sbagliate tutte e sul Green pass la posizione di Salvini è insostenibile. Ci vuole tanto per capire che in un Governo come questo prevale l’agenda Draghi e non quella che fanno i singoli partiti?

A proposito di agenda, adesso che si entra nel vivo delle riforme le fibrillazioni saranno all’ordine del giorno. Ammetterà che c’è un rischio logoramento.
Io penso che avremo una riforma importante alla settimana nei prossimi mesi, sono gli impegni che abbiamo assunto sul Pnrr e quindi non vedo possibilità di sgarrare. Ci sarà da parte di qualche partito il bisogno di far sentire la propria voce, ma poi ci si allineerà tutti su quello che verrà deciso in Consiglio dei ministri che, come abbiamo visto fino ad ora, funziona sempre all’unanimità sulla sintesi delle posizioni che fa Draghi.

Suona strano sentirlo dire da Italia viva che nel precedente esecutivo non ha mai rinunciato alle sue posizioni, mettendone a rischio la tenuta. Riconoscerà che così i partiti rischiano di essere ridotti ad orpelli o, nella migliore delle ipotesi, a stampelle?
Io sono contento di essere la stampella e di non avere la necessità di fare distinguo quando si lavora bene. E Draghi sta affrontando con il metodo e i contenuti giusti la crisi dell’Italia. Senza contare che mette sul piatto anche il suo peso internazionale. Che senso ha creare problemi quando non ci sono? Ed è proprio questo ciò che imputo in particolare al Pd oggi perché dovrebbe essere più serio nel sostegno al Governo.

Eppure questa condotta non paga, guardando i sondaggi di Italia viva. Come la mettiamo?
Ma quando mai ci arridono i sondaggi. Se avessimo fatto le nostre scelte in base ai sondaggi il Governo Draghi non sarebbe mai nato. Sarebbe bastato chiedere due ministri in più. Ma immaginate il G20 sull’Afghanistan presieduto da Conte e non da Draghi? La scelta che abbiamo fatto vale più di qualsiasi rilevazione.

Lei faceva riferimento al ddl Zan. Se ne riparlerà dopo le amministrative. Si prefigura una battaglia in Parlamento che inevitabilmente si riverbererà sul Governo. Non le pare?
Passate le amministrative, mi auguro che prevalga il buon senso di recuperare la proposta che abbiamo avanzato noi di Italia viva e cioè di convergere sul testo Scalfarotto, sottoscritto tra l’altro anche dal Pd e sul quale c’erano state importanti aperture da parte del centrodestra.  

A proposito di diritti, Romano Prodi ha detto chiaramente al Pd che non bastano e che il suo programma è un po’ troppo ristretto. Una bacchettata a Letta?
E’ chiaro che se in piena pandemia e crisi economica un grande partito si caratterizza solo per il voto ai sedicenni, il ddl Zan e posizioni politiche sui diritti civili, senza tener conto del sentire deli italiani, non va bene. Prodi richiama il Pd e il suo segretario alla realtà. Tutto qui.

Dopo le minacce a Renzi, rispetto alle quali Letta è rimasto in silenzio, siamo sicuri che gli elettori di Iv sosterranno il segretario del Pd alle suppletive a Siena?
Noi siamo gente di parola e se Matteo (Renzi, ndr) si è speso dicendo che sosterremo Letta, lo faremo e lo faremo con convinzione.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lettasalviniprodigoverno draghiddl zanriformesienaamministrativedirittirenzipdlega
    in evidenza
    Gravidanza e bacio a Rosolino Fede Pellegrini, la verità

    La Divina vuota il sacco

    Gravidanza e bacio a Rosolino
    Fede Pellegrini, la verità

    i più visti
    in vetrina
    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche

    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.