A- A+
Politica


Beppe Grillo non esclude di poter tornare a fare solo teatro dopo le elezioni politiche: "Quando andremo alle elezioni, subito dopo che cercheremo di entrare in Parlamento, io riprendo a fare il mio teatro, a fare le mie cose....". Lo confessa lo stesso comico genovese ad alcuni cittadini, militanti e simpatizzandi, in un video fuorionda a Udine, postato ieri su youtube dal blogger Claudio Messora su 'BYOBLU'. Non solo: nel lungo fuorionda, che dura piu' di 11 minuti, Grillo parla anche delle Parlamentarie, rivendicandone il risultato e dei 'dissidenti', riconoscendo di essere stato "forse un po' brusco". Infine, Grillo difende Casaleggio: "non ho mai dubitato della sua onesta' intellettuale". "E' il primo esperimento al mondo - dice Grillo nel fuorionda, parlando delle Parlamentarie - se vai a vedere le liste della Lombardia ti spaventi: 7 candidati su 10 sono donne, il piu' scemo ha due lauree". Quanto alle accuse rivolte a lui e a Casaleggio dai 'dissidenti', osserva: "Se c'e' la mancanza di trasparenza non lo so, magari la prossima volta saremo piu' organizzati, ma non abbiamo un soldo... I server non sono controllabili, tu hai il server della tua banca?

Lo conosci? E allora e' mancanza di trasparenza della tua banca e non vai piu' a mettere i soldi nella tua banca? Poi io non sopporto che una persona sospetti che uno sia una persona disonesta, io ho dimostrato in sette anni che lavoriamo insieme che sono una persona onesta: o ti fidi o non ti fidi. Il giorno che mi troverai con le mani nella marmellata faro' una figura di merda e avrai ragione. Per adesso ho usato i miei soldi e Casaleggio la stessa cosa: ha perso un sacco di clienti perche' la gente in tv e' andata a dire che avrebbe tenuto i soldi che avremmo preso entrando in Parlamento, ci hanno accusato di furto ancor prima di prendere i soldi...", e i militanti che lo ascoltano ridono. "Lui - prosegue Grillo parlando di Casaleggio - si e' giocato un sacco di clienti, e' una persona come me che ha detto 'nel marcio non ci sto piu'', e' un manager e a volte e' un po' brusco perche' e' un manager e guarda al risultato ma io l'onesta' intellettuale di Casaleggio non l'ho mai messa in discussione. Lui il grande guru e io una pedina nelle sue mani? Sentirmelo dire da dei ragazzi che ho preso, non avevano neanche il lavoro, mi ha amareggiato forse sono stato un po' brusco, ero incazzato davvero. Facciano la loro vita noi facciamo la nostra e andiamo avanti". Infine, a chi gli chiede se non ha paura, Grillo risponde: "Io non posso vivere nella paura, sono un comico, per una battuta mi faccio ammazzare e non posso cambiare la mia personalita'. Quando andremo alle elezioni, subito dopo che cercheremo di entrare in Parlamento, io riprendo a fare il mio teatro, a fare le mie cose... Magari faro' una cosa diversa. Se uso l'ironia, il paradosso viene interpretato in un'altra maniera. Io non parlo sempre a nome del Movimento 5 Stelle, quando lo faccio dico 'il Movimento'", conclude.

"Leggo che mi ritirero', ma non e' vero. Ci speravate eh? Mi ritirero' solo quando tutti gli altri saranno andati via. Tutti!". Lo scrive Beppe Grillo su Twitter.

Tags:
grillocomicoteatro

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.